13 settembre 2014

News: Passaparola di Simon Lane

Comunicato stampa

SIMON LANE PASSAPAROLA A murder mystery

Traduzione di Cristina Ingiardi
Prefazione di Francesco Forlani
Autobiografia inedita dellautore

Ottolibri
192 pagine
prezzo libro € 15,00 prezzo epub - € 4,99


La trama di Passaparola

Chiuso nella cella di una prigione di Parigi, Felipe, un domestico filippino, prova a discolparsi dall’accusa di aver ucciso il suo capo, un procuratore generale, che in realtà ha trovato già morto sul tappeto di casa, la mattina che è andato a pulire. Nel tentativo di sbarazzarsi dell’uomo, Felipe ha infatti trascinato il corpo fuori casa per poi infilarlo in un bidone per la differenziata, bidone che ha spinto per mezza Parigi nel giorno più lungo dellanno, e in piena Festa della Musica. Un viaggio surreale per consegnare il suo capo alle acque della Senna, e che Felipe racconta al suo avvocato grazie a un registratore, per convincerlo della sua innocenza. Perché no, Felipe non ha ucciso monsieur Charles. Ma se non è stato lui, allora chi?


Perché leggerlo?

Perché Simon Lane, autore britannico ancora inedito in Italia (a parte qualche racconto su Nazione Indiana e con la Lite Editions), è stato uno degli scrittori più singolari degli ultimi trent’anni, incarnazione assoluta del romanziere gentiluomo inglese in perenne esilio, un artista poliedrico e un vero dandy. Il New York Times l'ha descritto comeUno scrittore artistico e divertente… Non cè pericolo di annoiarsi”, ma lui descriveva se stesso come “un bevitore con il vizio della scrittura”. Ha pubblicato il suo primo romanzo in Francia con Christian Bourgois Editeur, e gli altri suoi romanzi a New York, in Brasile e in Spagna. Il Centre Pompidou allestì una mostra in suo onore.

Oltre a essere un uomo brillante, che ha fatto della sua vita un’opera d’arte (tantissimi gli aneddoti che lo riguardano, come l’essersi tolto pubblicamente i pantaloni in un locale con un rigido dress code per darli a un’amica che era entrata in jeans, cfr: http://www.independent.co.uk/news/obituaries/simon-lane- novelist-whose-life-outdid-his-fiction-8451342.html), Simon Lane era uno scrittore eclettico e acuto e una penna brillante. I suoi romanzi sono caratterizzati da un uso sapiente del ritmo e della lingua, descrivono circostanze che sfociano nel lirico, nel grottesco, nel surreale e nell’ironico con equilibrio e acutezza e un’impronta da autore.
Questo romanzo, Passaparola, ne è un grandissimo esempio.


Quando ha fondato la Ottolibri, a distanza di oltre dieci anni dall’incontro con Simon Lane, la scrittrice Eva Clesis ha creato un’antologia dal titolo 99 Rimostranze a Dio per poter pagare le spese di traduzione di uno dei suoi libri più rappresentativi, Passaparola, poi affidato all’abile lavoro di traduzione di Cristina Ingiardi (qui tutta la storia: http://www.cevitasumarte.it/intervista-a-eva-clesis- la-scrittrice-editrice-che-vuole-dare-voce-agli-altri/).
Simon Lane è stato promosso e portato in Italia dallo scrittore Francesco Forlani, autore della splendida prefazione di questo libro, che ha condiviso con Simon Lane avventure letterarie a cavallo tra la Francia e l’Italia per anni e ha pubblicato i suoi racconti sulla sua rivista Paso Doble, su Nazione Indiana e con Lite Editions (http://www.nazioneindiana.com/2013/01/04/sogni-doro/).



Bio autore

SIMON LANE nasce nel 1957 in Inghilterra. Artista poliedrico, scrittore, saggista, giornalista, fa una vita girovaga e leggendaria tra Stati Uniti ed Europa. Nel 1992 pubblica in Francia Le Veilleur (Ch. Bourgois, Parigi), cui seguono i romanzi Still-life with Books, Fear (Bridge Works Publishing, New York, 1993 e 1998), Twist (Abingdon Square Publishing, New York, 2010), e l'antologia The Real Illusion, (New York, 2009). Nel 2001 si trasferisce a Rio de Janeiro, lavorando come corrispondente. Scompare prematuramente nel 2012.


Passaparola è il suo primo libro tradotto in Italia, già uscito in Brasile e Spagna.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate