6 settembre 2014

L'attesa - Samantha Hayes

Voto 6. L'attesa è il romanzo scritto da una donna: Samantha Hayes che parla di donne e forse adatto ad un pubblico femminile. Un thriller per donne, forse non proprio indicato per quelle in dolce attesa.
L'attesa va ad affrontare la paura più ancestrale delle donne, quella di perdere i propri figli. Da vere leonesse, le mamme umane son disposte a tutto pur di proteggere i propri piccoli, mostrando denti ed unghie.
E gli uomini? In questo romanzo noi maschi siamo relegati al ruolo di comprimari, di lavoratori senza scrupoli disposti anche ad abbandonare una moglie incinta e/o di tradirne un'altra.

Abbandonerei questo punto di vista sociale poco maschilistica, e passerei alla presentazione di questa storia thriller. Già perché Samantha Hayes questo suo libro di donne l'ambienta nel mondo del thriller, della suspense. Proprio per questo motivo il romanzo dovrebbe non esser letto da donne in stato interessante.
Le donne incinta sono infatti vittime di uno squartatore/squartatrice senza scrupoli che ammazza due vite in un colpo solo.
La detective Lorraine ed il marito Adam sono sulle tracce di questo assassino che agisce indisturbato nelle abitazioni di Cambridge, terrorizzando donne incinta. A dire il vero, ad essere prese di mira sono donne disagiate con stili di vita non eccepibili, non adatte forse ad essere madri.
Lorraine è una donna e dunque può provare grande empatia per il caso in questione, tralasciando i suoi affetti famigliari anche perché il rapporto con suo marito Adam non va a gonfie vele. Male va anche il rapporto con le sue figlie Grace e Stella, due adolescenti irrequiete.
Lorraine e la sua famiglia costituiscono tuttavia la storia meno importante de L'attesa, infatti il racconto avviene in terza persona e mediante narratore.

Principali sono invece le storie di Claudia e Zoe, entrambe narratrici in prima persona che ci rendono complici dei loro pensieri. 
La prima, Claudia Morgan-Brown è una donna in dolce attesa. Un'assistente sociale sposata con l'ufficiale di Marina James, padre a sua volta di due gemelli. Claudia ha sempre desiderato avere una famiglia tutta sua ed ha sempre lottato per avere un figlio naturale. Nonostante diversi aborti e figli morti, imperterrita è rimasta incinta di James.
Per continuare a lavorare ha richiesto l'aiuto di una tata: Zoe, appunto. Zoe Harper fin da subito ci appare, anzi ci fa capire di essere una persona complottista, con qualche segreto nascosto e vogliosa ad ogni costo di lavorare proprio nella famiglia di Claudia.
Zoe ci tiene a fare buona impressione ed a mostrarsi efficiente, ma quando nessuno è in casa fruga di nascosto a caccia di segreti nell'abitazione che la ospita. Cosa vuole Zoe? Chi è veramente Zoe?

L'ultima donna da analizzare è la scrittrice: Samanta Hayes e per farlo mi devo servire anche di spoiler che potrete leggere cliccando il tasto mostra. Intelligente il suo stile narrativo, efficace puntare su un doppio punto di vista soggettivo. Il lettore è infatti guidato da due personaggi principali che paiono a volte "amici", a volte rivali.

SPOILER
Il lettore thriller più esperto potrebbe capire subito che qualcosa non quadra, che questi due personaggi collidono ed uno di essi mente. Se uno di essi mente esplicitamente, l'altro che fa? Questa sua strategia si rivela un'arma a doppio taglio dunque, che può affascinare e confondere il lettore meno attrezzato ma può mettere in allerta il lettore più esperto, perdendo di fatto il gran colpo di scena finale.


TRAMA: Claudia ha tutto ciò che ha sempre sognato. Vive in una graziosa villetta poco fuori Birmingham, al suo fianco ha un uomo premuroso e, finalmente, è in dolce attesa di una bambina a lungo desiderata. Sarebbe tutto perfetto, se James non fosse costretto a partire per un lungo viaggio di lavoro all'estero. Sebbene sia una donna forte e indipendente, Claudia non se la sente di affrontare da sola gli ultimi giorni della gravidanza e decide quindi di assumere una tata. E le basta un attimo per convincersi che Zoe Harper è la persona giusta: una professionista efficiente, esperta, discreta. Ma, nel giro di qualche tempo, Claudia comincia a ricredersi e viene assalita dai dubbi. C'è qualcosa che non va in quella ragazza, qualcosa che la mette estremamente a disagio. Perché, quando crede di non essere vista, Zoe si trattiene nello studio di James? E perché una volta Claudia l'ha sorpresa mentre rovistava nei cassetti della camera da letto? Inoltre, proprio dal giorno in cui Zoe è entrata nella sua vita, quel tranquillo quartiere residenziale è diventato lo scenario di una catena di brutali omicidi: possibile sia una coincidenza? Con la polizia che non crede ai suoi sospetti, Claudia può contare solo su se stessa. E ha paura. Ma l'origine di quella paura è il suo segreto. Un segreto che nessuno deve portare alla luce...

AUTORE: Samantha Haynes
EDITORE: Nord
NAZIONE: Inghilterra
ANNO: 2014
PAGINE: 376

5 commenti:

  1. Molto carino, alla fine, e ben studiato. Furbetto, ma nel senso positivo del termine. Sicuramente le lettrici apprezzeranno passi particolarmente realistici: si vede che il tutto è scritto da una donna, ad occhi chiusi. Io ho dato tre stelle e mezzo. Tre stelle (voto paraculo per eccellenza) con un'aggiunte per l'interrogatorio che mi ha divertito moltissimo, come sai. :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tre stelle corrispondono al sette, vero? anch'io abuso del voto 7, in fondo sintetizza un romanzo carino con tutte le cose al posto giusto che comunque non ti ha scosso più di tanto.
      L'interrogatorio e quei due capitoli verso la fine sono la parte migliore di questo romanzo, dunque se qualcuno lo ha cominciato e volesse troncarlo a metà meglio arrivare fino in fondo :)

      Elimina
  2. Notazione di costume:una donna italiana sarebbe andata dalla mamma non avrebbe mai assunto una tata prima del parto.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Osservazione pertinente e condivisibile, ma l'autrice è scaltra e mette fuori gioco tutti i parenti della famiglia protagonista :)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate