31 agosto 2014

Il villaggio dei dannati - Elisabeth Herrmann

Il nuovo romanzo della scrittrice tedesca Elisabeth Herrmann edito da Booksalad, non può richiamare alla mente il film del 1995 di John Carpenter: Villaggio dei dannati, a sua volta remake di un romanzo fantascientifico degli anni 60.
Il titolo è identico, la storia naturalmente no. Suggestiva sicuramente è la doppia ambientazione del romanzo della Hermmann: uno zoo e la triste cittadina di Wendisch Bruck.
Lo zoo per antonomasia rappresenta un luogo allegro, solare, adatto soprattutto ai bambini curiosi di scoprire nuovi animali. Un luogo in cui la semplice vigile Sanela scopre un cadavere di un uomo in pasto a dei pecari.
Questa morte è il fulcro che darà il via al romanzo che si indirizzerà sulla figura di Charlie Rubin, un'allevatrice di ratti. Charlie è la sospettata numero uno, incriminata e messa in carcere sarà analizzata dagli psicologi: Brock e Jeremy, quest'ultimo un giovane alle prime armi nel campo della psicologia.
La prima parte è nettamente ferma su questa situazione: i protagonisti analizzeranno le eventuali motivazioni che hanno spinto Charlie a compiere quel gesto.

La ricerca dei protagonisti, su tutti della vigile Sanela, ci condurrà nel villaggio di Wendisch Bruck. Un luogo oscuro in cui scompaiono misteriosamente gli uomini, popolato solo da donne non più giovani.
Un luogo angusto, chiuso, inaccessibile fisicamente e culturalmente. Sanela proverà a scardinare questo luogo "omertoso", conducendo un'indagine caparbia e solitaria.

Il villaggio dei dannati è un romanzo che si muove sempre su un doppio binario: due protagonisti principali, due luoghi da esplorare, due unità di tempo (presente e passato che ritorna).
La parte thriller scorre in maniera buona, potendo risultare un po' monotona nel primo spezzone. L'autrice premia il realismo al colpo ad effetto, lasciando i colpi di scena nella parte finale.

TRAMA: Un crudele omicidio è commesso allo zoo di Berlino. Tutti gli indizi conducono a Charlie Rubin, ambigua allevatrice di ratti, taciturna e schiva. Ma la giovane e ambiziosa Sanela Beara e Jeremy Saaler, lo psicologo incaricato di redigere la perizia sulla capacità d'intendere e di volere della presunta assassina, nutrono dubbi. Indagando sull'infanzia di Charlie si ritroveranno a condurre pericolose ricerche presso Wendisch Bruch, uno sperduto paesino nella regione del Brandeburgo. Gli oscuri segreti del villaggio sono sempre stati protetti dall'omertà dei pochi abitanti rimasti. E gli ululati dei lupi e le agghiaccianti grida dei neonati sembrano dire: guai a disturbare il silenzio dei morti.

AUTORE: Elisabeth Herrmann
EDITORE: Booksalad
NAZIONE: Germania
ANNO: 2014
PAGINE: 490


Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate