8 luglio 2014

Maledetto il ventre tuo - Vittoria Monforte

Maledetto il ventre tuo è il romanzo di Vittoria Monforte, pseudonimo in realtà di un avvocato già scrittrice di altri romanzi. Maledetto il ventre tuo, edito da Vanda, è il primo thriller della scrittrice che dimostra di conoscere molto bene il mondo noir.
In questo romanzo, Vittoria Monforte riesce a inserire molti sotto generi del thriller: medical thriller, serial (k)thriller e alcuni aspetti del legal thriller.
Un libro pieno di sfaccettature dunque che rischia anche la carta del romanzo corale.
Maledetto il ventre tuo pur mettendo in primo piano le avventure dell'avvocato Giulia Valli, spazia su una pluralità di personaggi che vanno dagli inquirenti al serial killer, passando per un gruppo di anziane signore vittime ma anche organizzatrici di eventi benefici.
La carne al fuoco dunque è tanta, ma Vittoria Monforte riesce a distribuire bene gli spazi grazie anche ad una scrittura diretta e scevra di fronzoli.
Altra caratteristica che traspare agli occhi del lettore è la crudezza circoscritta nei capitoli in cui si scoprono le varie vittime. Con parole forti ci vengono descritte scene splatter a forti tinte horror.
In molte scene domina la figura del serial killer: un gerontofilo spietato mosso da istinti ancestrali e motivazioni che scopriremo solo nelle battute finali.
Scene finali che ammiccano al thriller classico con diversi colpi di scena pronti a sorprendere il lettore.

TRAMA: Notte d’estate in città. Regina Enriquez, vedova anziana di alto rango, viene trovata nel suo appartamento orribilmente stuprata. Nessuno riesce a individuare lo strumento che ha provocato le gravissime lesioni interne causandone la morte.

Giulia Valli, brillante avvocato con trascorsi dolorosi alle spalle, viene incaricata dalla famiglia Enriquez di seguire le indagini.

Mentre il procuratore capo Pietro Aloisi e l’ispettore Mino Di Francesco cercano di identificare l’arma del delitto e di interpretare alcuni indizi, altri omicidi si susseguono a breve distanza di tempo con le stesse orrende modalità. Sembra che l’assassino stupri e uccida soltanto donne anziane. Ma l’omicidio di una studentessa universitaria e di un’anziana trans complicano il quadro.

Sarà l’intuizione di Giulia Valli a trovare il movente psicologico e il vero autore.

AUTORE: Vittoria Monforte
EDITORE: Vanda
NAZIONE: Italia
ANNO: 2014
PAGINE: 233



2 commenti:

  1. Uhm. Ne parlavo l'altro giorno con Silvia, in chat. Ci faccio un pensiero sicuramente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne parlavate bene o male :D? Cmq ti ho citato nel post del MIA, mi son dimenticato di dirtelo ;)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate