8 aprile 2014

Giochi d'ombra - Charlotte Link

Recensione Giochi d'ombra

Ritorna in libreria per Corbaccio, la scrittrice tedesca Charlotte Link con il suo Giochi d'ombra.
Si tratta di un romanzo molto particolare, classico ma allo stesso tempo atipico. Il richiamo principale sembra essere quello alla maestra storica della scuola del giallo: tale Agatha Christie. Charlotte Link si avvale della formula del whodunit, meglio conosciuto come giallo deduttivo, che si esplica in un delitto unico ed una serie di personaggi coinvolti, tutti possibili assassini.
A morire in questo caso è David Bellino, ricco ereditiero e magnate della finanza. Da tempo vive a New York con la sua fidanzata di umili origini: Laura. Ma David ha un problema che lo opprime, delle lettere minatorie che pensa provengano da uno dei suoi amici del college. Per questo motivo decide di affrontare il problema a viso aperto, invitando nella sua abitazione: Natalie, Mary, Stewe e Gina.
Chi dei quattro può avercela tanto con David, da ucciderlo? Oppure sarà stata Laura, la fidanzata del magnate?

La risposta a queste domande, fondamentale in qualunque altro giallo, in Giochi d'ombra conta un pò meno. Tutti potrebbero avere una motivazione valida per ammazzare l'amico David, vero "gatto nero" nella vita degli altri. Tutti infatti hanno perso qualcosa nella loro vita, ed il capro espiatorio adatto sembra essere David, ragazzo oppresso nella sua infanzia dal troppo affetto.
Nonostante la domanda base sia: Chi è stato?, Charlotte Link sembra fregarsene della parte investigativa fatta di indizi e false piste. La risoluzione dell'enigma apparirà infatti banale, prevedibile e poco machiavellica.
Quello che conta in questo romanzo è la storia di ciascun personaggio. Il vero punto forte di Giochi d'ombra è infatti il racconto della storia di ciascun protagonista. Basterebbe leggere il primo capitolo per capire la vera anima di questo romanzo che parla di vita ma soprattutto di destino. Un destino, chiamato David, che accomuna tutti gli sfortunati protagonisti.
In sintesi, Charlotte Link regala ai suoi lettori un romanzo atipico, basato sulle relazioni e le stranezze della vita, storia di destino e di vite compromesse...

TRAMA: New York, 31 dicembre. Il magnate della finanza David Bellino attende l'arrivo del nuovo anno con un gruppo di vecchi amici e la bellissima fidanzata Laura. Nessuno però ha voglia di festeggiare davvero. Gli amici hanno accettato l'invito di David solo per poter finalmente fare i conti con l'uomo che, in momenti diversi, ha distrutto la loro esistenza, portandoli all'infelicità in cui vivono oggi. Ma non ne avranno il tempo, almeno non tutti: David viene ritrovato morto nel suo studio, ucciso da un colpo di pistola. Una vendetta? Ma di chi? E perché? Tutti avevano un movente, e tutti sembrano avere un alibi. Durante i lunghi interrogatori della polizia e le drammatiche conversazioni fra loro riaffiorano i dolorosi ricordi del passato che, come in un assurdo caleidoscopio, si confondono in un gioco di ombre che avvolgono le loro vite. Gli amici del passato e la donna di oggi: destini uniti e divisi dal desiderio di amore e amicizia, dal sapore amaro della sconfitta, dalla determinazione a trovare giustizia... Tra la Berlino del dopoguerra, un esclusivo collegio inglese, i bassifondi e i quartieri alti di New York, Charlotte Link tesse una tela di relazioni ambigue e pericolose.

AUTORE: Charlotte Link
EDITORE: Corbaccio (collana Top Thriller)
NAZIONE: Germania
ANNO: 2014
PAGINE: 445




4 commenti:

  1. Che bello! Sembra proprio interessante :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto abbastanza, molto particolare :)

      Elimina
  2. Ne ho letto solo uno suo e l'ho anche intervistata..ma devo dire che non mi ha fatto impazzire. Certo che...io stavo preparando la segnalazione e tu l'hai già recensito :) Chapeau!

    RispondiElimina
  3. Io lessi L'ultima volta che l'ho vista e non mi entusiasmò; Giochi d'ombra invece mi ha preso abbastanza nonostante non sia un thriller enigmatico :)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate