27 febbraio 2014

Speciale Oscar: Captain Phillips - Attacco in mare aperto

Sei le nomination per Captain Phillips: Miglior film, Miglior attore non protagonista a Barkhard Abdi, Miglior sceneggiatura non originale a Billy Ray, Miglior montaggio a Christopher Rouse, Miglior sonoro e miglior montaggio sonoro.
Manca la candidatura a Tom Hanks dunque, protagonista principale di questo film.
Captain Phillips - Attacco in mare aperto conferma la tendenza di questi Oscar 2014, che hanno candidato come miglior film molte pellicole tratte da romanzi, tratti a loro volta da storie vere.
In questo caso la storia reale è quella di Richard Phillips ed il romanzo Il dovere di un capitano, auto-biografia dello stesso Phillips.
La vicenda è appunto quella capitata al capitano Phillips, comandante della nave mercantile statunitense MV Maersk Alabama, vittima di un attacco da parte dei pirati somali.

Voto 6,5. Ispirare un film ad una storia vera secondo me dà almeno un pregio ed un difetto. Il pregio è quello di aumentare l'empatia, la curiosità, lo sbigottimento dello spettatore di fronte ad una vicenda cruenta che avrebbe messo in difficoltà chiunque; il difetto si nasconde nel limite di attenersi ai fatti accaduti.
A mio avviso Captain Phillips - Attacco in mare aperto, diretto da Paul Grengrass, riesce bene nel suo intento raccontando una storia semplice ma con il giusto mix di ritmo, suspense ed emozione.
Buona anche la scelta narrativa iniziale, che mostra allo spettatore in maniera chiara le due squadre del contendere: il capitano con il suo equipaggio; ed il gruppo agguerrito di somali.
Il motivo del contendere è quasi nullo invece, nonostante i soldi siano effettivamente la causa principale, i guerriglieri/pescatori somali paiono essere testardi ogni limite, volendo quasi vendicarsi con tutto il mondo occidentale.
Captain Phillips ribalta coraggiosamente la tendenza di quest'ultima stagione cinematografica, che molto spesso ha visto i neri essere schiavizzati dai bianchi: The Butler e 12 anni schiavo, due esempi su tutti.
In questo caso l'uomo nero è in effetti nero ed incattivito dalla vita sfortunata che gli è capitata.

Molto sobria ma positiva la prova di Tom Hanks, in questo caso nei panni di un uomo molto normale e semplice, tanto da non essere notato affatto dagli Accademy. Effettivamente la sua prova non ha un fascino paragonabile di quello degli altri attori candidati all'ambita statuetta di Miglior attore protagonista.
Molto positivo invece l'esordio di Barkhard Abdi, attore somalo candidato appunto come Miglior attore non protagonista e già vincitore del Bafta per la stessa categoria, superando attori del calibro di Michael Fassbender e Bradley Cooper.

  • DATA USCITA: 31 ottobre 2013
  • GENERE: Drammatico
  • REGIAPaul Greengrass
  • SCENEGGIATURA: Billy Ray
  • ATTORI: Tom HanksCatherine KeenerMichael ChernusMax MartiniChris MulkeyYul VazquezDavid WarshofskyCorey JohnsonJohn MagaroAngus MacInnesSan ShellaMark HoldenVincenzo Nicoli,Louis MahoneyGigi RainesBarkhad Abdi

3 commenti:

  1. Film che ho detestato e mal sopportato... non capisco come sia riuscito ad ottenere così tante nomination.

    RispondiElimina
  2. nuooooo
    per me una roba pessima e noiosissima.

    RispondiElimina
  3. Avevo già letto le vostre recensioni, infatti le mie aspettative erano bassissime, invece in tutta onestà non mi è dispiaciuto :)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate