20 febbraio 2014

Lady Mafia, il noir si tinge di rosa! Da sabato 22 Febbraio, nelle edicole di tutta Italia.

Qualche giorno fa vi presentavo il nuovo fumetto Lady Mafia, letto anche dai protagonisti di Braccialetti rossi, una storia noir dalla parte delle donne.

Lady Mafia, fumetto noir disponibile su territorio nazionale da sabato 22 Febbraio 2014, è dalla parte delle donne.

Frutto della vivida fantasia di Pietro Favorito, cui Domenico Naglierio ha saputo dar corpo attraverso disegni sferzanti e dinamici, Lady Mafia è il primogenito della Cuore Noir Edizioni.

Da sabato 22 Febbraio 2014, nelle edicole di tutta Italia, c'è qualcosa di nuovo. Di diverso. Di sorprendente. Nel bene... e nel male.
Fumetto noir, Lady Mafia si tinge sicuramente di tonalità forti, come previsto dal filone narrativo, cui fa capo. La sua protagonista, Veronica De Donato, dopo aver assistito alla distruzione della propria famiglia per mano della mafia pugliese (morte violenta dei genitori e del gemello Andrea, nonché scomparsa del fratello minore Giacomo), vive di e per la vendetta. Cresciuta al nord, presso una casa-famiglia, tornerà a Foggia, sua città natale, sotto falso nome, per pareggiare i conti con i suoi carnefici e per scalare Nostradaunia, la mafia locale.

Ma, nonostante la vicenda si svolga in un mondo decisamente “maschile” (oltre che maschilista), tanto che Veronica è costretta ad assumere l'identità del defunto fratello Andrea per entrare a far parte di Nostraduania, Lady Mafia è un fumetto decisamente dalla parte delle donne. Così come, infatti, Superman è la metafora delle difficoltà incontrate dal ragazzo di campagna ad inserirsi in un contesto cittadino; Spiderman traccia le problematiche che ogni adolescente vive con il trasformarsi del proprio corpo; o gli X-Men rimandano alla paura di ciò che è “diverso”; Lady Mafia riflette sul ruolo odierno della donna e sui suoi drammi, personali e sociali.
Come Veronica, per entrare in affari con la mafia, è costretta a fasciare il proprio corpo per nasconderne la femminilità, così anche la donna “moderna” in ambiente lavorativo si vede penalizzata, nel confronto con un collega uomo. Allo stesso modo, la lacerazione interna della personalità dell' antieroina, rimanda allo strappo, che le donne oggi provano dinanzi alla scelta tra carriera e famiglia.

Decisamente più esplicita, la posizione presa dal fumetto sulla tematica scottante della violenza sulle donne. Attraverso la fondazione “Mai più sole”, Veronica e l'amica Elvira offrono un aiuto concreto a tutte le donne alla ricerca di una mano tesa. Per mezzo di conferenze e campagne esplicative, il tema attualissimo della violenza sulle donne viene affrontato sia all'interno della vicenda del fumetto, sia in maniera più approfondita nella sezione Extra di Lady Mafia. A dar voce ai protagonisti, sono qui psicologi ed esperti, che danno consigli alle donne oggetto di soprusi e tracciano identikit, per riconscere predisposizioni e comportamenti violenti.

In somma, un fumetto noir, Lady Mafia, ma sicuramente dalla parte del rosa.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate