21 febbraio 2014

I padroni della notte

Voto 7,5. La notte è sicuramente il momento della giornata che interessa maggiormente i "cattivi" del cinema. Momento ideale appunto per compiere con tutta tranquillità i loro affari loschi, magari investendo su locali che brulicano di gente soprattutto di notte.
A gestire uno di questi club è Bobby Green (Joaquin Phoenix), presentatoci subito nelle primissime scene in compagnia della sua baby: Amanda Juarez (Eva Mendes).
Sulle note di Heart of Glass di Blondie, i due sono intenti a "sbaciucchiarsi e scambiarsi effusioni". Una scena che nella maggior parte dei casi è il preludio ad un noir a tinte molto scure, in cui assistiamo all'ascesa del gangster di turno.
Dato il titolo abbastanza eloquente, tra l'altro molto simile all'originale We own The night, era lecito aspettarsi un film di questo genere, invece I padroni della notte si rivela un noir drammatico direi.
Questo non vuol dire che il film di James Gray mi sia dispiaciuto, anzi nonostante le aspettative non siano state corrisposte, ho trovato I padroni della notte un film degno.

Il punto di vista dello spettatore questa volta non coinciderà con quello dei cattivi, in questo caso poco forti ed interessanti, ma con quello dei buoni.
Bobby da gestore colluso con la malavita russa diverrà informatore/infiltrato della polizia. Il motivo di ciò deriva dalla sua famiglia: suo padre Bert è il capo della polizia; suo fratello Joseph (Mark Wahlberg) uno degli agenti più promettenti. Quest'ultimo in seguito ad una retata scova-russi si ritroverà una pallottola in piena faccia. Bobby dopo questo episodio seguirà la sua nuova strada affianco alla polizia e contro i suoi ex-amici.
Un'ascesa davvero poco criminale quella di Bobby, un vero percorso inverso verso la purificazione e la beatificazione morale e familiare.

I padroni della notte è tuttavia un film coraggioso e poco prevedibile che mette a rischio più volte i suoi protagonisti nel corso della storia. A mancare, come detto in precedenza, è la parte cattiva caratterizzata da personaggi troppo stereotipati e poco memorabili.
Peccato perchè poteva essere un vero cult del genere.

  • DATA USCITA: 14 marzo 2008
  • GENERE: Drammatico
  • ANNO: 2007
  • REGIA: James Gray
  • SCENEGGIATURAJames Gray
  • ATTORIJoaquin PhoenixMark WahlbergEva Mendes,Robert DuvallTony MusanteAntoni CoroneAlex VeadovKatie CondidorioBurton PerezDominic ColonMaggie KileyRobert C. Kirk

8 commenti:

  1. Mi era pure piaciuto, ma lo ricordo poco. Gran cast e gran colonna sonora, ma mi viene in mente solo che la Mendes - sempre che la memoria non m'inganni - usciva nuda, ahahahahah :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto settimana scorsa sulla rai è probabile che l'abbiano censurata la Mendes nuda :D inizialmente c'è una scena osè, ma niente di che...

      Elimina
  2. filmone , forse sei stato anche un po' stretto di voto...adoro James Gray!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancano un pò i cattivi, per il resto molto bello!!

      Elimina
  3. Grande film di un regista che non sbaglia quasi un colpo (vedi il memorabile Two Lovers).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è il primo che vedo di Gray, cercherò di recuperare anche gli altri ;)

      Elimina
  4. Ciao Nico (e tutti gli altri!) Anch'io ho visto questo film diverse volte e mi piace molto. Two lovers è fantastico... E' un film intimista e malinconico, ma Joaquin Phoenix è un interprete eccezionale... ma questo è un parere femminile di parte, ovviamente ;-) Un saluto, Viviana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana e benvenuta sul mio blog :) beh Phoenix è bravo a prescindere dagli occhi con cui lo si guarda ;) a questo punto devo recuperare Two lovers

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate