6 dicembre 2013

Il richiamo del cuculo - Robert Galbraith

Recensione Il richiamo del cuculo

La storia di questo romanzo è abbastanza celebre, così come la vera identità dell'autrice. Sotto lo pseudonimo di tale Robert Galbraith si nasconde la scrittrice J. K. Rowling, conosciuta in tutto il mondo per la saga di Harry Potter.
L'intento di scrivere sotto mentite spoglie fa onore alla Rowling, in quanto preferisce mettere sotto gli occhi del lettore il suo romanzo, senza nessun pregiudizio o aspettativa riguardante l'autore.
L'operazione di marketing riesce a metà, Il richiamo del cuculo è apprezzato dai lettori ma vende poco, la vera identità dell'autrice esce fuori e il romanzo subisce un'impennata di vendite.
L'unico modo per stabilire se questo romanzo sia valido a prescindere dalla scrittrice è quello di leggerlo.
Dal mio punto di vista personale, posso dire di trovarmi in una posizione favorevole rispetto il romanzo in questione.
Non conosco J. K. Rowling, o meglio non ho letto i suoi romanzi (e non ho visto i film che sono nati poi) su Harry Potter, in quanto non rientrano nelle mie corde; ciò non vuol dire che non possa apprezzare il modo di scrivere dell'autrice.

Scevro di ogni aspettativa e pregiudizio, ho deciso di leggere uno dei maggiori casi editoriali di questo 2013: The Cuckoo's Calling.
Ecco la trama ufficiale del romanzo:
Il primo caso per Cormoran Strike in questo romanzo di esordio di Robert Galbraith, pseudonimo di J.K. Rowling, autrice della serie di Harry Potter e de "Il seggio vacante". Londra. È notte fonda quando Lula Landry, leggendaria e capricciosa top model, precipita dal balcone del suo lussuoso attico a Mayfair sul marciapiede innevato. La polizia archivia il caso come suicidio, ma il fratello della modella non può crederci. Decide di affidarsi a un investigatore privato e un caso del destino lo conduce all'ufficio di Cormoran Strike. Veterano della guerra in Afghanistan, dove ha perso una gamba, Strike riesce a malapena a guadagnarsi da vivere come detective. Per lui, scaricato dalla fidanzata e senza più un tetto, questo nuovo caso significa sopravvivenza, qualche debito in meno, la mente occupata. Ci si butta a capofitto, ma indizio dopo indizio, la verità si svela a caro prezzo in tutta la sua terribile portata e lo trascina sempre più a fondo nel mondo scintillante e spietato della vittima, sempre più vicino al pericolo che l'ha schiacciata. Un page turner tra le cui pagine è facile perdersi, tenuti per mano da personaggi che si stagliano con nettezza. Ed è ancora più facile abbandonarsi al fascino ammaliante di Londra, che dal chiasso di Soho, al lusso di Mayfair, ai gremiti pub dell'East End, si rivela protagonista assoluta, ipnotica e ricca di seduzioni.

Voto 7. Riassumendo allo stretto necessario, si potrebbe definire Il richiamo del cuculo un giallo classico.
Un thriller con una vittima principale ed un investigatore privato che indaga sulla questione. Ad essere messi sotto la lente d'ingrandimento saranno parenti, amici e conoscenti della vittima in questione.
Un romanzo dunque che non eccelle in colpi di scena, in momenti sanguinolenti, in azioni mozzafiato; ma che si concentra su un indagine meticolosa, che cerca di ricostruire le cause di un presunto suicidio o l'eventualità di un omicidio studiato nei minimi dettagli.
Ad essere chiamato ad investigare su questo caso sarà Cormoran Strike, un investigatore privato squattrinato, che non ha neanche i soldi per pagarsi l'affitto. La sua vita privata ha subito un brusco colpo, Charlotte la sua ragazza ha deciso di troncare la relazione.
A portare un pò di fortuna e sostegno a Strike, c'è Robin. Quest'ultima è una ragazza capitata per caso nell'ufficio di Strike, mandata appunto da un ufficio interinale di lavoro. 
Oltre ad un'assistente inaspettata, Strike nel giro di poche ore si ritrova un cliente ancor più inatteso: John Bristow. Questi è un avvocato che assolda Strike, il quale dovrà indagare sul presunto suicidio di sua sorella Lula Landry.
Lula era una top model all'apice del successo, tuttavia con problemi familiari e di droga. Una sera è volata dalla finestra della sua abitazione in Mayfair, bel quartiere di Londra.
Suicidio o omicidio?

Cormoran dovrà mettere sotto torchio tutte le persone che hanno avuto rapporti con Lula: vicini di casa, amici, fidanzato, parenti. Dovrà ricostruire le ultime ore della top model per capire se ci fossero sintomi di suicidio, o se ci potesse essere qualcuno intenzionato a farle del male.
Il richiamo del cuculo si basa esclusivamente su questa indagine, che vede coinvolto in prima persona Cormoran Strike, protagonista quasi assoluto del romanzo.
La struttura narrativa rappresenta bene questa fitta indagine, ogni capitolo è infatti dedicato all'interrogatorio di Strike nei confronti di uno dei soggetti che conosceva Lula. Questa particolare strutturazione fornisce al lettore un quadro preciso e dettagliato della situazione, potendo risultare un pò prolisso e fermo su alcuni punti.
La Rowling cerca di dare ai lettori un giallo semplice ma non banale, in cui un posto importante occupano i protagonisti e le loro storie. Esempi su tutti cono Strike e la stessa Lula, che sebbene morta è degnamente approfondita. La morale di fondo, riguarda la vita e la morte di Lula, una star drogata la cui storia non poteva finire con un suicidio. Ma se a morire fosse stata una casalinga ci sarebbero state più lacrime?

AUTORE: Robert Galbraith
EDITORE: Salani
NAZIONE: Gran Bretagna
ANNO: 2013
PAGINE: 464





2 commenti:

  1. Ma quanto sono indecisa? Lo leggo o non lo leggo... lo leggo o non lo leggo... che dilemma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm...non saprei, carino ma come thriller non è proprio il top (a tratti un pò prolisso), naturalmente e come al solito considerazione soggettiva :)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate