1 ottobre 2013

Il grande Gatsby e il grande Gondry

Parlo d'amore

Ben ritrovati "vecchi miei", come potete notare dal titolo oggi vi parlerò dei due migliori film romantici di questo 2013: Il grande Gatsby e Mood Indigo - La schiuma dei giorni. Sul termine migliore si potrebbe discutere per intere giornate, in quanto si tratta di giudizi soggettivi; ma le due pellicole sopra elencate sono le mie preferite, anche perchè le uniche viste di questo genere in questa stagione...

Il grande Gatsby. Lunga e frequentemente raccontata è la storia di Jay Gatsby. In principio (1925) fu Francis Scott Fitzgerald che ideò questo racconto nel suo romanzo The Great Gastby; a seguirlo furono nel 1949 Elliott Nugent, nel 1974 Jack Clayton con Robert Redford e nel 2013 Baz Luhrmann con Leonardo Di Caprio.
La pellicola del 2013 potrebbe dunque risultare superflua, perchè appunto si tratta di una storia già abbondantemente raccontata. Tuttavia, questo film mi fa ricredere sulla bontà dei remake, perchè ammetto di non essermi mai approcciato sinora alla storia di Gatsby.
La modalità narrativa utilizzata da Luhrmann è poi molto utile a far "digerire" questa storia antica ai più giovani. In questo il regista australiano si conferma davvero un maestro, se non ci credete andate a rispolverarvi Romeo+Giulietta, ria-ambientato nell'allora moderno 1996.
Per essere una storia degli anni venti, quella di Gatsby è una storia ultra-moderna. Dimenticatevi guerre, carestie, sofferenza e preparatevi ad entrare in un mondo super colorato, in cui ci si diverte a base di festini con musica assordante.
A raccontarci questo bel mondo è Nick Carraway (Tobey Maguire) vicino di casa di Jay Gatsby. I minuti iniziali alternano la vivacità delle feste, all'enigma relativo all'identità di Gastby. Assassino? Spia? Gangster? Ricco Ereditiero? Giovane? Vecchio? Domande che troveranno qualche risposta (almeno sull'aspetto fisico) dopo la prima mezzora in cui farà comparsa Leonardo Di Caprio. Un'entrata in scena che molto ricorderà quella che Leo fece nel film Titanic.
Jay Gatsby e la sua storia saranno il fulcro del racconto, vissuto dall'interno ma anche dall'esterno dall'aspirante scrittore Carraway.
Una storia da non perdere, sia per la qualità estetica del film, sia perchè le vicende di Gatsby così antiche ci racconteranno di valori non troppo lontani a quelli della nostra epoca...
Voto 7,5.

USCITA CINEMA: 
GENERE: Drammatico
REGIA: Baz Luhrmann
SCENEGGIATURA: Baz LuhrmannCraig Pearce
ATTORI: Leonardo Di CaprioCarey MulliganTobey MaguireIsla FisherJoel EdgertonGemma WardCallan McAuliffeAmitabh BachchanJason ClarkeDaniel NewmanJack ThompsonJacek KomanElizabeth Debicki



Mood Indigo - La schiuma dei giorni. Anche in questo caso si tratta di un film tratto da un romanzo, quello omonimo di Boris Vian.
Come ho detto un pò in giro, di Michel Gondry ho amato a dismisura il film Se mi lasci ti cancello. Proprio per questo motivo ho visto L'arte del sogno, che mi ha lasciato abbastanza perplesso e Mood Indigo - La schiuma dei giorni.
In quest'ultimo caso Gondry si è dovuto muovere in un territorio "strano", vincolato sicuramente dal romanzo che, in base a quanto visto nel film, è un'esplosione di idee.
Premessa d'obbligo per lo spettatore ignaro: vi accosterete ad un mondo in cui niente è come appare nella realtà; ogni oggetto è dotato di vita propria e simbolismo e gioco di parole sono ad altissimi livelli. Dunque un topo può essere l'animale domestico; un cuoco sarà sempre con voi per aiutarvi a cucinare, etc. etc.
Protagonista della storia è Colin (Romain Duris), un giovane ricco che vive in un altissimo appartamento, perennemente illuminato dalla luce del sole. La casa colorata e divertente, è messa in ordine dall'aiutante Nicolas (Omar Sy).
Colin vuole però innamorarsi, così ad una festa conosce Chloè (Audrey Tautou). Dopo un breve periodo Chloè si ammala e Colin vede diventare piccolo e opaco il suo bel mondo.
Mood Indigo - La schiuma dei giorni è dunque un film poco convenzionale e sicuramente originale. Se lo vedrete non potrete certo dimenticarlo, ma in alcuni casi potrebbe irritare per una comicità surreale ed a tratti grottesca.
Molto meglio va con la chiave simbolica, che riduce la bellezza della vita almeno a quattro elementi indispensabili: amore, amicizia, salute e denaro. Se manca qualcuno di questi aspetti, il vostro universo si ridurrà ad un buco piccolo e sporco, con una visibilità sul mondo molto ridotta.
Voto 6,5.

USCITA CINEMA: 
GENERE: Commedia, Drammatico
REGIA: Michel Gondry
SCENEGGIATURA: Laurent Turner
ATTORI: Audrey TautouRomain DurisCharlotte Le BonGad ElmalehOmar SyJamel DebbouzeVincent Lindon,Jean-Pierre Darroussin

4 commenti:

  1. Gatsby non mi ha fatta impazzire, sono sincera, mentre Mood Indigo devo ancora vederlo ma sono molto speranzosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non avevo mai affrontato la storia di Gatsby, quindi mi è piaciuto anche per questo, anche se di solito non amo i film lunghetti...

      Elimina
  2. Gatsby è il mio film dell'anno, Baz mi ha colpita ancora (non dubito che continuerà a farlo), Di Caprio è proprio Gatsby, mentre leggevo il libro mi immaginavo un "vecchio mio" detto proprio in quel modo.
    Su Mood Indigo come storia d'amore non mi è piaciuta, ma come storia surrealista sì, se vuoi approfondire trovi più parola sul mio blog :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro passo, anche se non metto in dubbio possa essere perfino migliore del film...
      Ho premiato Mood Indigo soprattutto per l'originalità e la voglia di sperimentare, come trama non ha convinto tantissimo neanche me :)
      P.s. la tua recensione l'avevo già letta e commentata :)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate