4 settembre 2013

News: Come cerchi nell'acqua di William McIlvanney

“Capita molto raramente di leggere un giallo così buono. La Glasgow di Laidlaw è l’equivalente della Parigi di Maigret e della Stoccolma di Martin Beck.” Maj Sjöwall - “La prima delle indagini dell’ispettore Laidlaw fissa uno standard anni-luce superiore alla media.” The Guardian

TRAMA: Eccentrico, taciturno, pensatore di paradossi, amante del whisky e delle belle donne, ma anche di T.S. Eliot e di Camus: è Jack Laidlaw, ispettore della polizia di Glasgow. Animato da un rigoroso ideale di giustizia che lo porta ad agire secondo un codice morale tutto suo, Laidlaw è un battitore libero: si muove nelle squallide periferie di Glasgow, intrattiene rapporti fin troppo stretti con i gangster locali e si sente a casa là dove nessun poliziotto osa mettere piede. Quando la diciottenne Jennifer Lawson viene assassinata, Laidlaw è senz’altro il più adatto a intervenire. Aiutato dal volonteroso ma acerbo Harkness, dovrà indagare tra pub fumosi e squallidi club, fare domande scomode, scavare negli angoli più bui della città, alla caccia di un uomo che sono in molti – anzi, decisamente in troppi – a cercare. Sulle sue tracce, infatti, ci sono anche il padre di Jennifer, deciso a farsi giustizia da sé, bande di vigilantes del quartiere e criminali disposti a tutto pur di proteggere i loro traffici. Uomini duri, persino più pericolosi e colpevoli del vero assassino. Primo di una trilogia pluripremiata pubblicata originariamente nel 1977, un grande classico ancora straordinariamente fresco e attuale, capostipite del “tartan noir”, il giallo scozzese che ha ispirato un’intera generazione di scrittori in tutto il mondo, da Ian Rankin a Irvine Welsh. Instancabile esploratore degli abissi, William McIlvanney non si limita a mettere in scena un delitto: ne porta a galla implicazioni, moventi, alibi, background sociale, psicologico e culturale. Fino a scoprire che spesso il confine che separa il bene dal male, la colpa dall’innocenza, è sottile e indistinto come il fondo di un bicchiere a tarda notte.


traduttore:
Alfredo Colitto
edizione:
2013
pagine:
272
formato:
14,2 X 22,1
ISBN:
9788807020124

2 commenti:

  1. Ce l'ho da leggere..tra l'altro è stato tradotto da Alfredo Colitto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io devo leggerlo prossimamente :)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate