23 luglio 2013

News: La Lungara

La Roma esoterica di Louis Siciliano
In libreria La lungara – Un fiume di piombo dello scrittore e musicista napoletano di nascita

Un omicidio, un archeologo che, suo malgrado, si troverà invischiato in una faccenda che lo costringerà a fare l’investigatore. La figura di Jean Paul Devera è al centro del racconto di Louis Siciliano La lungara - Un fiume di piombo pubblicato dall’editore napoletano Graus.La lungara è una famosa strada di Roma, dove c’è l’entrata del carcere di Regina Coeli, e dove i detenuti parlavano con i parenti, ma è anche la via che porta a Trastevere per chi arriva dal Vaticano, crocevia e miscuglio di culture.   
A questa strada ha dedicato una canzone anche Renato Zero. E Louis Siciliano sembra volerne raccogliere tutti gli umori. In questo giallo che non è un giallo, c’è una Roma un po’ dark, un po’ fantasy. Tanto fumosa e sotterranea. E molto esoterica. Il ritratto è di una Capitale diversa dagli stereotipi da sembrare Copenaghen. O Napoli. Quella Partenope, da cui Siciliano arriva, inafferrabile e affascinante, dove le ombre del mistero si allungano sui confini dei vicoli. Sembra ritrovarsi in quell’Inferno di Dante che pare rappresentato nella cifra di pellicole neorealiste, nei chiaroscuri di Caravaggio, perfette istantanee di una città oscura ed enigmatica. Devera, infatti, è solo un’altra trasposizione di Virgilio mago. Il suo compito è solo quello di traghettare i lettori alla soluzione. Devera è uno che non c’entra niente con i misteri che lo travolgono. Eppure ne diventa la chiave risolutrice. Come nei migliori delitti perfetti, in cui è il caso, solo il caso a suggerire la soluzione. Siciliano è un musicista prestato alla scrittura, sospeso tra Bjork e Chopin. La lungara è il suo primo, promettente, racconto e la scrittura un nuovo strumento da sperimentare.  

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate