27 maggio 2013

Non è come pensi - Sophie Hannah

Quanti di voi non sono stati ossessionati da un oggetto specifico? Un'automobile, una t-shirt, un romanzo, o un qualsiasi altro tipo di prodotto che ha catturato la vostra attenzione per molto tempo.
Un oggetto che avete voluto fortemente e che vi ha tolto anche ore di sonno per pensare a come averlo.
Se gli uomini molto spesso sono attratti da beni più ludici, quali automobili; le donne con il loro forte senso familiare, sovente sono attratte e ossessionate dalle case.

Voto 6. Nel nuovo romanzo della scrittrice inglese Sophie Hannah: Non è come pensi, ad essere affascinata da un'abitazione è Connie Boskwill.
Nonostante la donna possegga già una casa a Little Holling, in cui abita con suo marito Kit; Connie continua a pensare alla casa numero 11 di Bentley Crove a Cambridge.
Una vera e propria ossessione che spinge la donna a controllare la casa anche di notte attraverso un tour virtuale organizzato dal sito web, in cui si promuove la vendita della casa.
In una di queste visite online nel salotto della casa di Bentley Grove, Connie scorge il corpo di una donna immobile e insanguinato.
Allarmata sveglia suo marito Kit, il quale riluttante assiste al Tour online della casa. Ma questa volta il corpo della donna è scomparso, la casa è linda e immacolata.
Visioni, allucinazioni oppure strana operazione di marketing della società che mette in vendita la casa?
Da questo momento inizia il gioco contorto di Non è come pensi, un thriller psicologico che mette a nudo il pensiero dei protagonisti.

Dunque, ancora una volta Sophie Hannah punta sullo psychothriller, thriller "ambientato" nella mente dei protagonisti. Ogni personaggio sarà infatti passibile di valutazione da parte del lettore. Ogni loro verità unica e discutibile, chiarirà solo una parte del quadro completo.
Non è come pensi punta tutto sulle relazioni interpersonali complesse e piene di compromessi.
Su tutti naturalmente il rapporto tra Connie e Kit, una coppia problematica che sembra avere rapporti pregressi al piccolo inconveniente della casa. Il lettore dovrà interrogarsi su chi dei due sia più reale e soprattutto più sincero. Per farlo si servirà di altri due protagonisti già noti: Charlie e Simon Waterhouse, una coppia unita sia nella vita che nel lavoro, entrambi infatti sono poliziotti.
Anche la relazione di questi ultimi personaggi sarà approfondita dalla scrittrice che ci racconterà il loro travagliato viaggio di nozze.

Non è come pensi è dunque un romanzo particolare che conferma lo stile contorto di Sophie Hannah. Romanzi che appassioneranno gli amanti degli enigmi e delle false verità; mentre potrebbe annoiare i lettori in cerca di adrenalina e situazioni più action. Quasi tutte le pagine ruotano intorno a queste situazione, facendo risultare dunque il romanzo prolisso in alcuni tratti.
Elementi che erano già presenti in Non è un gioco, altro romanzo che ho letto di questo autrice che devo ammettere ancora non mi ha totalmente convinto.

TRAMA ORIGINALE: Lo schermo del computer illumina di luce fioca la stanza buia. Connie Boskwill è di nuovo seduta alla scrivania. Sta controllando per l'ennesima volta la pagina web di un sito di annunci immobiliari. La casa al numero 11 di Bentley Crove è in vendita ed è tutto il giorno che Connie non fa altro che pensarci, è diventata la sua ossessione. Ha aspettato che fosse notte e che Kit, suo marito, dormisse per tornare a guardare l'appartamento che le piace così tanto. Ma quando clicca sul tour virtuale della casa le si apre davanti una scena da incubo. Nel salotto c'è una donna stesa a terra in un lago di sangue, morta. Connie è presa dal panico, corre a svegliare Kit. Ma quando anche lui arriva di fronte allo schermo, la donna non c'è più. Solo la moquette immacolata e le pareti appena imbiancate. Kit non crede a quello che Connie continua a ripetere, non c'è e non c'è mai stato nessun cadavere. Che sua moglie sia diventata pazza? Ma Connie non si lascia scoraggiare. Telefona a una sua vecchia conoscenza, l'ispettore Simon Waterhouse, appena tornato dal viaggio di nozze. Anche Simon ritiene che si tratti di una storia inverosimile e sospetta che Connie possa essere psicologicamente instabile. Ma quando un'altra donna si presenta in commissariato affermando di aver visto la stessa scena alla medesima ora, Simon decide di occuparsi del caso. Connie non ha nessuna prova, ma sa quello che ha visto e ha capito che in qualche angolo di quella stanza si nascondono indizi che le mostreranno tutta la verità.

AUTORE: Sophie Hannah
EDITORE: Garzanti
NAZIONE: Inghilterra
ANNO: 2013
PAGINE: 430

4 commenti:

  1. la trama mi sembra molto interessante e di solito le cose prolisse non mi dispiacciono, credo proprio che sarà presto mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia un thriller che possa piacere più alle donne che agli uomini...alcune parti non mi hanno convinto infatti :)

      Elimina
  2. Attendevo la tua recensione :) Come ti ho specificato, è stato il primo romanzo che ho letto di Hannah, quindi non avevo metri di paragone con i precedenti..a me è piaciuto, devo dire.
    Lei è molto simpatica. L'ho contattata su Twitter chiedendole di intervistarla e mi ha risposto subito di si!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto la tua intervista allora ;) a me non ha convinto ancora...spunti buoni ce ne sono ma altri elementi mi annoiano un pò:)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate