6 maggio 2013

L'amore bugiardo - Gillian Flynn

Siete una coppia? Quanto siete sicuri dei sentimenti che provate per l’altro e soprattutto quanto pensate di conoscere il vostro partner? Quanto è sincera la vostra relazione?

Voto 7,5. Se avete timore di aprire questo vaso di pandora allora state alla larga da questa recensione e da questo romanzo, continuando a vivere i vostri sogni d’amore in tranquillità. Se siete “coraggiosi” allora il mio consiglio è quello di leggere: L’amore bugiardo (Gone girl) di Gillian Flynn.
Catalogato come thriller, questo romanzo è una vera sorpresa. Un’opera atipica che indaga soprattutto sul difficile rapporto di coppia, che si fonda su amore, fiducia, verità, comprensione, lealtà, etc., etc..
Nel farlo si serve di alcuni espedienti tipici del thriller, quali la suspense, l’utilizzo del colpo di scena, il cambio di rotta drastico, e una dose di cattiveria e violenza che non guasta mai.
Parlando di una “storia d’amore” non potevano che essere protagonisti due soggetti, in questo caso un uomo e una donna.
Essi sono Nick Dunne e Amy Elliott, che avranno l’onere e l’onore di raccontarci in prima persona la loro relazione.
Il romanzo infatti si divide in due parti perfettamente speculari, che si alternano regolarmente. Una intitolata: Il giorno che, ha per protagonista Nick Dunne che vivrà al presente la sparizione di Amy. Quest’ultima invece nei capitoli a lei dedicata, ci racconterà attraverso il suo diario la nascita e l’evoluzione del rapporto con Nick .

Il presente di Nick. Nick Dunne è un giornalista aspirante o mancato, vittima della crisi e costretto ad arrangiarsi come può. Grazie all’aiuto e soprattutto ai soldi di sua moglie Amy, Nick è riuscito ad aprirsi un bar nella sua Carthage, che gestisce con l’aiuto della sorella Go.
Sua madre è morta di tumore, suo padre soffre di demenza. La loro coppia è scoppiata molto tempo prima.
Questo è un breve riepilogo del passato di Nick, personaggio più propenso a vivere il presente in questa storia. Il giorno del quinto anniversario di matrimonio, Nick si ritrova senza la sua dolce metà, scomparsa in maniera misteriosa.
Cos’è successo? Morta? Ammazzata da chi? Nascosta dove?
Scomparsa volontariamente? Perché?

Il diario di Amy. Amy Elliott è una possibile ragazza dei sogni. Bella, attraente e soprattutto ricca o almeno in passato lo era. I suoi genitori hanno infatti fatto successo con la serie Mitica Amy, una sequenza di romanzi ispirati molto presumibilmente alla loro figlia.
Amy è una psicologa che si arrangia compilando test su giornaletti per adolescenti. Internet e la possibilità di reperire tutto gratuitamente, mette sul lastrico anche la giovane ragazza, che comunque può contare su un fondo fiduciario sostanzioso.
Conosce Nick in maniera normale e subito i due si attraggono. Per lui (ma anche per i suddetti motivi lavorativi) si trasferisce dalla grande New York alla piccola Carthage. Nel suo diario Amy ci racconterà tutte queste fasi importanti della sua vita sino ad arrivare al giorno della sua scomparsa.

I due personaggi oltre ad essere la colonna portante del romanzo, sono sicuramente il punto di forza dello stesso. Si tratta di due ragazzi moderni, descritti e raccontati in maniera impeccabile, con caratteristiche forti e sfumature realistiche. Due protagonisti che ci raccontano in maniera estrema le difficoltà di una coppia odierna. Coppia che ha pochissimi punti in comune con quelle classiche delle vecchie fiabe del passato, e in cui principi e regine sono sostituite da esseri egoisti ed egocentrici…

TRAMA ORIGINALE: Amy e Nick si incontrano a una festa in una gelida sera di gennaio. Uno scambio di sguardi ed è subito amore. Lui la conquista con il sorriso sornione, l'accento ondulato del Missouri, il fisico statuario. Lei è la ragazza perfetta, bella, spigliata, battuta pronta, il tipo che non si preoccupa se bevi una birra di troppo con gli amici. Sono felici, innamorati, pieni di futuro. Qualche anno dopo però tutto è cambiato. Da Brooklyn a North Carthage, Missouri. Da giovani professionisti in carriera a coppia alla deriva. Amy e Nick hanno perso il lavoro e sono stati costretti a reinventarsi: lui proprietario del bar di quartiere accanto alla sorella Margo, lei casalinga in una città di provincia anonima e sperduta. Fino a che, la mattina del loro quinto anniversario, Amy scompare. È in quel momento, con le tracce di sangue e i segni di colluttazione a sfregiare la simmetria del salotto, che la vera storia del matrimonio di Amy e Nick ha inizio. Che fine ha fatto Amy? Quale segreto nasconde il diario che teneva con tanta cura? Chi è davvero Nick Dunne? Un marito devoto schiacciato dall'angoscia, o un cinico mentitore e violento, forse addirittura un assassino? Raccontato dalle voci alternate di Nick e Amy, "L'amore bugiardo" è una incursione nel lato oscuro del matrimonio. Un thriller costruito su una serie di rovesciamenti e colpi di scena che costringerà il lettore a chiedersi se davvero sia possibile conoscere la persona che gli dorme accanto.

AUTORE: Gillian Flynn
EDITORE: Rizzoli
NAZIONE: Usa
ANNO: 2013
PAGINE: 462

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Rieccomi dopo... un anno?
      Letto e adorato. Sono in cerca d'ispirazione per la recensione. Non saprei scriverla come le altre. Vorrei spoilerarlo tutto, quindi devo cercare una nuova via. C'è la versione di Amy, c'è la versione di Nick, devo trovare la versione di un terzo uomo. :P

      Elimina
  2. Io ve lo consiglio a me è piaciuto, un thriller atipico molto concentrato sui protagonisti:)

    RispondiElimina
  3. "Not Found
    Error 404"

    Io sono in grave imbarazzo Nico, perché? Perché tu ti sei iscritto nel mio blog, ma per motivi a me totalmente sconosciuti (credimi, te lo chiedo per favore) se voglio iscrivermi a qualsiasi blog mi compare la scritta che riporto sopra: "Not Found 404", che non ho la più pallida idea cosa significhi. Tutto quel che posso dirti Nico, è che appena avrò messo a posto il mio profilo, la prima cosa che farò è iscrivermi al tuo ottimo blog. Credo che dispiaccia più a me non poter contraccambiare il gesto di condivisione che a te, credimi.

    Sono molto ignorante in informatica, arrivo al minimo indispensabile o sindacale, ma entro pochi giorni devo portare il "ferro" dal mio provider anche per altri motivi e allora potrò m'iscriverò immediatamente ad "Affari nostri", credimi come è vero che mi chiamo Matteo.

    Libero di toglierti dal mio blog, sia chiaro, tutto fatto con la massima libertà e rispetto per entrambi. In ogni caso grazie per la tua adesione al mio bloghetto.

    Triste per questo contrattempo informatico che non so come riparare ora, ti auguro una buona giornata Nico, a presto tra i tuoi lettori preferiti.
    Ciao, Matteo.

    Ps: se avete idea da cosa possa dipendere questo problema, non esitate a suggerirmi la dritta, procederò immediatamente nel mettere a posto il mio profilo affinché possa iscrivermi nei blog che vorrei iscrivermi. Che rabbia, credetemi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Matteo, non devi proprio preoccuparti, anche perchè mi segui già su GooglePlus.
      Non so da cosa possa dipendere il tuo disguido informatica, anche io sono un utente piuttosto base.
      Io il tuo blog, come è capitato per altri, lo seguo e l'ho seguito a prescindere in quanto mi piace leggere il parere degli altri.
      Quindi quando si risolverà il problema ti aspetto sul mio blog;)
      Grazie per l'informazione cmq:) mi ha fatto piacere
      a presto
      Nico

      Elimina
  4. Ho iniziato a leggere ieri sera, per cui sull'aspetto thriller non posso ancora dire nulla, ma per ora mi piacciono l'intreccio di piani temporali e i cambi di voce narrante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere cosa ne pensi una volta terminato ;)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate