11 aprile 2013

Martyrs

Violenza a fin di bene?

Voto 7. Il titolo di questo film del 2008 di Pascal Laugier è già tutto un programma e si dimostrerà molto pertinente al tema trattato. Martyrs ovvero martire è colui il quale è testimone della fede, vittima o anche perseguitato.
Un film splatter, scomodo, violento, destabilizzante, doloroso, spietato che sarà meglio non guardare se facilmente impressionabili da sangue e torture varie. Una pellicola nettamente agli antipodi rispetto agli altri film di Laugier, vedi Saint Ange o il recente I bambini diCold Rock.
Se in quei casi eravamo in presenza di thriller soffusi e di atmosfera, con colpi di scena e ambienti cupi; in Martyrs siamo di fronte a un abominio di sangue e violenza, un horror truculento e quasi morboso.

Laugier non si perde in nessun preambolo o presentazione di sorta e immerge lo spettatore all’interno di questa storia. Una bambina dai tratti orientali corre mal ridotta per strada. Il suo essere sfuggita da qualcosa di brutto è evidente, ma per fortuna la piccola pare essere ormai al sicuro.
Lucie trova rifugio ed assistenza in un istituto in cui conoscerà la sua amica del cuore Anne.
Quindici anni dopo, una tranquilla e allegra famigliola fa colazione serenamente. Ad un tratto suona il campanello della porta di casa. L’ospite inatteso sarà la non più piccola Lucie (Mylene Jampanoi) che armata di fucile sterminerà l’intera famiglia. Perché?

Da questo punto in poi il rischio di sfociare nello spoiler è alto. Nonostante si tratti di un horror, Martyrs dimostra di saper “mutare pelle” e percorrere delle strade tortuose e inaspettate. Dalla suggestiva apparizione di “mostri” al cambio del protagonista principale, diversi saranno gli elementi di originalità che avranno come unico punto fermo l’enorme spargimento di sangue.
Il finale mistico/esoterico si assume il compito di spiegare tutto questo spargimento di sangue ma lo farà fino ad un certo punto, rimandando ad un altro film o ad un'altra vita la spiegazione più importante...

USCITA CINEMA: 
GENERE: Horror
REGIA: Pascal Laugier
SCENEGGIATURA: Pascal Laugier
ATTORI: Morjana AlaouiMylène JampanoïCatherine BéginRobert ToupinPatricia TulasneJuliette Gosselin,Xavier DolanIsabelle ChasseMike ChuteJessie PhamErika ScottEmilie MiskdjianGaëlle CohenAnie Pascale

13 commenti:

  1. Mi piace veramente tanto, per me è un quasi 10!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh il finale è un pò un bluff :)

      Elimina
    2. solo il finale??? :-) a me sinceramente sto film non ha detto granchè, tutti ne parlavano come di un capolavoro e quando l'ho visto ci son rimasto un po male: la prima mezz'ora è favolosa, ma dopo, da quando diciamo si entra nella vera storia il tutto inizia a ripetersi e il martirio, almeno per me, è stato arrivare alla fine, tra innumerevoli sbadigli, il finale poi.... per me è un 6, è sicuramente girato molto bene, gli attori sono bravi, ma tolto questo non è un granchè.
      Nel complesso quindi posso dire che questo Laugier non mi fa impazzire dato che questo Martyrs lo trovo così così, Cold Rock invece mi ha fatto proprio schifo.

      Elimina
    3. il cambio del protagonista e la parte del martirio mi hanno colpito molto, poi però non si da la risposta alla domanda di tutti..
      di Laugier mi ha annoiato molto Saint Ange, mentre anche I bambini di Cold Rock non ho trovato affatto male:)

      Elimina
  2. anche per me quasi capolavoro!

    RispondiElimina
  3. a suo tempo a me non piacque più di tanto, ma alcune sequenze sono da brivido!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sto notando pareri discordanti dall'adorazione all'odio, io sto nel mezzo più o meno...

      Elimina
    2. beh io non posso dire di odiare Martyrs, come ho detto la sufficenza gliela do tranquillamente ma non di più, cold rock invece per me è na sola tremenda salvo solo la bellissima e brava Jessica Biel

      Elimina
    3. Diciamo che sei con me;) anzi io più vicino all'amore che all'odio:D

      Elimina
  4. Va bene va, non ti odio solo perché mi avevi nominato al liebster e il bel maleducato che sono non ho ricambiato... :P (cmq grazie ma sono un asociale...)
    A parte gli scherzi Martyrs l'ho rivisto da poco e almeno una vota l'anno me lo risparo (come per shining e altri 2 o 3 titoli).
    Penso che questo la dica lunga di che livello lo considero ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che invece mi dovresti odiare per il Liebster:P sono delle catene spietate come i peggiori film horror..quindi non ti preoccupare
      Come dicevo sopra io l'ho trovato carino, ma il finale non esplicito da un senso di incompiuto, se devo diventare martire vorrei almeno sapere che ci guadagno:D

      Elimina
  5. anche io lo considero uno dei massimi risultati nell'horror degli ultimi 10 anni.
    Ma la tua rece è obbiettiva e condivisibile, poi può piacere a chi più e a chi meno

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate