13 marzo 2013

L'analista - John Katzenbach

Ci sono libri in cui salti le pagine per arrivare subito al termine, in modo da poter cominciare un nuovo libro con la speranza che sia migliore; e libri in cui sfogli rapidamente le pagine per sapere cosa succede in quella successiva, arrivando alla conclusione quasi in apnea.
Sebbene il gesto sia simile, la sostanza è totalmente diversa. Nel primo caso infatti l'obiettivo da portare a termine è ostico e fatto con poca voglia, nel secondo caso invece è piacevole e fatto con passione.
L'analista di John Katzenbach, per mia fortuna e di quelli che l'hanno letto/leggeranno, appartiene alla seconda categoria. Si tratta infatti di un romanzo intrigante, piacevole, che scorre veloce nonostante le quasi 500 pagine. Si tratta di un fine gioco psicologico, una partita a scacchi tra due uomini in cui la posta in palio sarà la sopravvivenza.

Voto 8. L'analista ha come protagonista principale Frederick Starks (detto Ricky). Professionista dell'introspezione, analista appunto, Ricky conduce un'esistenza abbastanza monotona e tranquilla.
Dopo aver perso per un cancro sua moglie, l'analista si dedica con sufficienza al suo lavoro fatto principalmente di ascolto.
Lo conosciamo mentre assiste Zimmerman, un paziente qualunque con i suoi problemi psicologici.
La tranquillità per Ricky Starks, nel momento in cui il lettore lo conoscerà, dura ben poco: una strana lettera minaccia il suo cinquantatreesimo compleanno.
Io esisto da qualche parte nel tuo passato. Tu mi hai rovinato la vita. Puoi anche non sapere come o perchè, o addirittura quando, ma l'hai fatto. Hai portato il disastro e la tristezza in ogni secondo della mia esistenza. Hai rovinato la mia vita. E adesso io intendo rovinare la tua.
L'inizio è dunque sprint, concentrando nel primo capitolo tutti gli elementi che saranno fondamentali ne L'analista. Una lettera inquietante mandata da una persona sconosciuta che darà inizio ad uno strano gioco, volto a seminare panico e scompiglio nella vita dell'analista Ricky Starks.
Le regole di questo folle gioco sono poche ma enigmatiche. Entro quindici giorni da tale lettera, Ricky dovrà scoprire l'identità del misterioso mittente. Se non ci riuscisse l'analista si ritroverà ad un bivio, in cui dovrà decidere se ammazzarsi o guardare morire alcuni suoi parenti.
Un gioco enigmatico alla Saw, che verterà su regole surreali ma intriganti. I due comunicheranno ad esempio attraverso annunci su giornali, in cui dovranno decriptare strani indovinelli da essi ideati.

L'enigma e le regole del gioco sono già un buon motivo per leggere questo romanzo, ma ampia considerazione merita lo svolgimento della trama.
Chiaramente non vi accennerò le parti centrali e finali de L'analista, ma vi posso dire che alcuni elementi di sorpresa compaiono già nelle primissime pagine.
Nei primi capitoli sappiamo che Ricky non ha legami forti con i parenti e quindi la loro morte, egoisticamente non sconvolgerebbe la vita dell'analista. Perchè dunque partecipare a questo gioco?
Fin da subito, mandata dal mittente Rumplestiltskin, ci sarà una sorta di guida: Virgil, che avrà lo scopo di guidare Ricky alla soluzione. Perchè questo strano tizio vuole essere riconosciuto?

Questi enigmi iniziali saranno la base per lo sviluppo del romanzo. L'essenza sarà appunto lo scontro psicologico, la partita a scacchi tra Ricky e Mr R (Rumplestiltskin). Un gioco crudele che sarà anche una specie di legge del contrappasso per la vita dell'analista. Così come egli nel suo lavoro "ha violato" con il consenso del suo paziente la parte più intima di questo, ovvero la sua mente; ora Ricky si sentirà profanato della sua privacy e vita quotidiana, ritenendosi spiato e osservato da un enigmatico burattinaio che sembra conoscere ogni suo gesto e mossa.
Chi vincerà il duello mentale?
Per scoprirlo non vi resta che dare la caccia a L'analista di John Katzenbach e iniziare a leggerlo... 

TRAMA ORIGINALE: Lo psicanalista di New York Frederick Starks riceve il giorno del suo compleanno una gran brutta lettera che l'accusa di essere la causa del suicidio di una persona. Starks potrà salvarsi se riuscirà a identificare e trovare il misterioso Mr. R., l'autore della lettera, in due settimane. In caso contrario potrà scegliere tra due drammatiche alternative: il suicidio o la morte di un parente.

AUTORE: John Katzenbach
EDITORE: Mondadori
NAZIONE: Usa
ANNO: 2003
PAGINE: 488


6 commenti:

  1. Letto tanti anni fa: mi è piaciuto tantissimo!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te:) adesso non mi resta che leggere gli altri di Katzenbach...

      Elimina
  2. Ho letto anch'io questo libro e devo dire che Katzenbach ha una mente fantastica. Devo dire però che il finale mi é sembrato un po' troppo semplice per tutto quello che é successo prima,troppo "comprato" (capite l'allusione)

    RispondiElimina
  3. Ho letto anch'io questo libro e devo dire che Katzenbach ha una mente fantastica. Devo dire però che il finale mi é sembrato un po' troppo semplice per tutto quello che é successo prima,troppo "comprato" (capite l'allusione)

    RispondiElimina
  4. Ho letto anch'io questo libro e devo dire che Katzenbach ha una mente fantastica. Devo dire però che il finale mi é sembrato un po' troppo semplice per tutto quello che é successo prima,troppo "comprato" (capite l'allusione)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo recuperare La storia di un pazzo ;)anche a me piace molto Katzenbach

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate