2 gennaio 2013

La fredda luce del giorno. Un thriller poco illuminato.

Voto 4,5. Se il buongiorno si vede dal mattino, poca luce e speranze sembra avere il nuovo film di Mabrouk El Mechri, il cui titolo (primo elemento di presentazione di un film) appare un pò bizzarro e insignificante: La fredda luce del giorno.
Se lo dovessi sintetizzare, lo definirei un film veloce, con ritmi altissimi e tanta azione; a cui manca però una sceneggiatura interessante e originale.
Ancora una volta si tratta del classico thriller con tanto di intrighi internazionali, in cui un giovane, estraneo a questo mondo, sarà chiamato a risolvere tutto.

Il protagonista in questione è Will Shaw interpretato da Henry Cavill (Immortals 3D, Tristano e Isotta, tra i suoi altri film). Si tratta di un consulente finanziario in vacanza, che da San Francisco si sposta in Spagna per una villeggiatura con la famiglia.
Quest'ultima è composta da fratello e rispettiva fidanzata, mamma e soprattutto papà Martin alias Bruce Willis. I rapporti inizialmente tra padre e figlio sembrano un pochino freddi, in particolare Will si sente un incapace rispetto a Martin.

La tranquillità già minata da questo rapporto complicato, si dissolverà allorchè tutta la famiglia di Will verrà misteriosamente sequestrata. Naturalmente il giovane consulente al momento del rapimento non sarà con il resto della famiglia. Anche papà Martin saprà sfuggire all'agguato ma purtroppo per lui una sorte ancor peggiore l'attenderà, ovviamente dopo aver rivelato al  figlioletto il perchè di tutta la situazione.
Sullo sfondo infatti c'è la CIA ed i suoi misteri. Una valigetta scomparsa che tutti vogliono; tra questi tutti va segnalata in particolare Carrack, o meglio chi la interpreta: Sigourney Weaver.
Comincia così il classico gioco di inseguimenti e di ricerche. Will cerca il resto della sua famiglia e i rapitori; CIA e Carrack la valigetta o meglio informazioni su questo oggetto anch'esso scomparso. In mezzo sparatorie, morti, nuovi incontri, in una Spagna caotica e movimentata.

A posteriori, appare senza dubbio singolare la scelta di Bruce Willis e Sigourney Weaver di recitare in questo film abbastanza scialbo. Nonostante si tratti di attori abbastanza maturi, il loro tramonto non è ancora vicino o almeno prima di questa pellicola non lo era. 
I due noti attori donano sicuramente l'unica luce al film, ovvero quella pubblicitaria in grado di attirare qualche spettatore alla sua visione. Purtroppo si rivelerà una luce fredda, in un film davvero poco "illuminato"...

USCITA CINEMA: 
REGIA: Mabrouk El Mechri
SCENEGGIATURA: Scott Wiper, John Petro
ATTORI: Henry Cavill, Bruce Willis, Sigourney Weaver, Rafi Gavron, Caroline Goodall, Jim Piddock, Óscar Jaenada, Shira Scott, Joseph Mawle, Roschdy Zem, Verónica Echegui

4 commenti:

  1. film spentissimo
    una vera porcheria :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un film con tante ombre e poche luci;)

      Elimina
  2. Uno dei film più inutili visti nel 2012!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fa parte anche della mia classifica dei peggiori thriller di quest'anno:)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate