24 dicembre 2012

Un thriller natalizio: L'amico sconosciuto

Con questo post colgo l'occasione per farvi gli auguri di Buon Natale e nel contempo di consigliarvi una storia thriller attinente a questo periodo festivo.
Si tratta di un racconto che accontenta sia gli amanti della letteratura, sia quelli del cinema; quindi fruibile in due maniere diverse a seconda dei gusti.
Ancora una volta e come spesso accade è il romanzo ad ispirare il film.
La base di tutto è appunto il libro di Anders Bodelsen: Pensa un numero, che ho recensito un pò di tempo fa (Cliccando sul titolo potete leggere la recensione del romanzo).
Da questo racconto dello scrittore danese ha preso spunto il film del 1977: L'amico sconosciuto di Daryl Duke.
Come detto in apertura di post, si tratta di un film natalizio e quindi indicato per chi ama un Natale thriller e senza il solito buonismo.

Voto 7. Una delle caratteristiche che rendono questa storia natalizia è sicuramente il periodo di ambientazione: appunto Natale e giorni affini.
Dal punto di vista logistico uno dei luoghi chiave del film è un cento commerciale, uno degli ambienti sicuramente più popolati in questo periodo.
Altro aspetto natalizio de L'amico sconosciuto è uno dei protagonisti, Reikle interpretato da Christopher Plummer. La speciale caratteristica di questo personaggio è il costume che indossa per fare una rapina in banca: quella di Babbo Natale. Per una volta quindi il fantomatico elargitore di regali, vorrà farsi un bel regalo.
Sfortunatamente a pensare a se stesso sarà anche il banchiere Miles Cullen (Elliott Gould), che prevedendo in anticipo le mosse del finto e distratto Babbo Natale, comincerà a conservare in un suo luogo sicuro i soldi della banca.
Lo scopo di Miles sarà quello di far credere che i soldi siano stati rubati tutti dal rapinatore, mentre in realtà buona parte sarà ben conservata nelle sue "tasche". Prima volta quindi che un banchiere fregherà un rapinatore.
Tramite la tv e i media, Reikle conoscerà il vero ammontare della somma che dovrebbe essere nelle sue tasche, capendo il trucco del banchiere. Da questo momento in poi, comincerà una caccia del gatto col topo, in cui vicendevolmente banchiere e rapinatore si scambieranno le parti.

Pensa un numero era un romanzo che partiva con un'idea davvero geniale e che si sviluppava bene, fino ad un epilogo troppo aggrovigliato e confuso. 
L'amico sconosciuto quindi conferma pedissequamente la parte iniziale e la felice intuizione di Bodelsen, modificando gli ultimi passi. In questo modo il film ci guadagna in ritmo e velocità, facendo terminare la storia nella stessa maniera in cui era cominciata.

Il mio consiglio per Natale è quindi: leggere Pensa un numero e/o vedere L'amico sconosciuto.
Augurandovi ancora un Buon Natale, vi invito a diffidare (in maniera ironica) di tutti quei Babbi Natale che girano allegramente nelle strade, chissà che uno di loro in tasca non conservi una pistola.....

REGIA: Daryl Duke
SCENEGGIATURA: Curtis Hanson
ATTORI: John CandyGail DahmsMichael DonaghueElliott GouldMichael KirbyCeline LomezKen Pogue,Christopher PlummerJack DuffySean SullivanSusannah York

2 commenti:

  1. Film strepitoso !
    Tanti cari auguri di Buon Natale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già davvero un bel film:) Tanti auguri anche a te:)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate