5 agosto 2012

La ragazza senza volto - Jo Nesbo


Un thriller che segna un nuovo inizio per l’accoppiata Hole/Nesbo. Un racconto fatto di prede e cacciatori mossi da vendetta, vicende amorose e motivazioni economiche. Un romanzo fatto di tante storie che si incastrano tra di loro magistralmente, fino ad un finale che lascia poco spazio alla redenzione e tanto alla vendetta….

Voto 8. La ragazza senza volto segna un nuovo inizio per l’accoppiata Jo Nesbo/Harry Hole. L’autore norvegese dal punto di vista letterario, vive infatti in simbiosi con il suo personaggio principale dei suoi racconti. L’aver tagliato tutti i ponti (o quasi) con La stella del diavolo, concludendo il capitolo Waaler/Ellen, ha senza dubbio giovato sulla creatività dello scrittore.
La ragazza senza volto è un ritorno agli inizi di Jo Nesbo, almeno per quanto riguarda i romanzi arrivati in Italia. Abbastanza sono infatti i punti in comune, che questo romanzo ha con Il pettirosso.
Si tratta di due racconti che hanno le loro radici nel passato, che parlano di persone che sono cresciuti in clima di guerra, in cui la differenza etnica era un buon motivo per uccidere.
Il pregio de La ragazza senza volto sta nel mettere un attimino in secondo piano anche, l’egocentrismo di Harry Hole, e concentrarsi sul racconto di nuove storie di nuovi personaggi.
Storie e personaggi che vengono inseriti in una situazione thriller ad incastro, in cui i tasselli del puzzle vengono svelati in modo perfetto con il passare del tempo.
Rispetto a Il pettirosso, l’elemento thriller e suspence è nettamente migliore. Nesbo infatti si riserba la figura del serial killer sino alla conclusione, seminando nel corso del romanzo veri e falsi indizi che invogliano il lettore ha scoprire la natura ed il movente del “cattivo”.

Un nuovo inizio è anche per Harry Hole. L’ormai famoso commissario norvegese dopo i traumi dei precedenti romanzi, appare rinfrescato. A fargli bene è sicuramente l’appagamento di vendetta, avuto ne La stella del diavolo. Nella parte iniziale ha renderlo un uomo migliore è la lontananza dall’alcool, grazie anche alla frequentazione di un gruppo di alcolisti anonimi, che non gli fa pesare la “lontananza affettiva” da Rakel ed Oleg.
La vita di Hole si incrocia per ovvi motivi lavorativi con quella di alcuni personaggi tutti facenti parte dell’Esercito della Salvezza.
Si tratta di un’organizzazione para-militare che svolge importanti funzioni sociali: dare assistenza, cibo ed un luogo di alloggio a barboni, drogati, prostitute, etc.
Harry e la sua squadra, in cui spiccano: Halvorsen, Beate Lonn e Skarre, vengono immessi in questo mondo per via della morte di un ragazzo nei pressi degli appartamenti di proprietà de L’Esercito della Salvezza. Piccola parentesi un nuovo inizio è anche per la squadra di Hole, in cui a capo non c’è più il saggio Moller ma il risoluto Gunnar Hagen.
Il ragazzo è un tossico ed il suo caso viene risolto in maniera molto rapida, per non appesantire troppo il romanzo. Il caso serve appunto per avvicinare Harry a questa organizzazione, i cui personaggi principali si riveleranno fondamentali per la bellezza del romanzo.

In particolare verranno approfondite le vicende dei due fratelli: Jon e Robert Karlsen, membri dell’organizzazione che si dividono l’amore per Thea, sorella di Rikard. Le vicende amorose di questi si incroceranno con quelli di Mads e Raghnild.
Altro elemento importante sarà Martine figlia del capo dell’organizzazione: David Eckhoff.
Elemento essenziale del romanzo sarà Il Piccolo Redentore, personaggio che da il titolo al romanzo originale; trasposto senza un vero senso ne La ragazza senza volto.
La sua storia che ha radici nel passato, sarà il motivo portante del romanzo, in quanto esso sarà al contempo la preda ed il predatore. A caccia di uno dei Karlsen, dietro mandante; sarà cacciato da Harry Hole, fino ad un finale che non redime nessuno dei personaggi principali….

TRAMA UFFICIALE: La città di Oslo è sommersa da una spessa coltre di neve e tutti, come ogni anno, aspettano con impazienza il Natale. L'Esercito della Salvezza lavora a tempo pieno per raccogliere fondi per i tossici, i rifugiati, i senzatetto, e i bravi cittadini si affrettano a fare donazioni per sentirsi in pace con la coscienza. Solo il commissario Harry Hole pare non accorgersi di tutta la smania di bontà che lo circonda; il suo pensiero fisso è come sempre il whisky. Quando, però, durante il concerto di Natale, un membro dell'Esercito della Salvezza viene giustiziato in mezzo alla folla festosa, Hole decide di occuparsi delle indagini: un caso senza movente e senza arma è forse l'unico modo per lui per stare lontano dalla bottiglia per qualche ora. In breve scopre che ci sono delle riprese della serata e che anche l'omicida è stato catturato dalla telecamera. Ma, sorprendentemente, i suoi tratti non risultano identificabili neppure dall'efficientissima Beate Lonn, in grado di ricordare una faccia anche dopo averla vista un'unica volta. La sola cosa che si riesce a stabilire è che l'assassino è un ragazzo, i cui lineamenti però sono differenti in ogni ripresa, come se cambiasse travestimento in una frazione di secondo. Sulle tracce dell'omicida Hole finirà a Zagabria, dove un bambino ha giustiziato per anni i soldati serbi senza essere mai identificato. Anche questa volta la soluzione lo porterà a immergersi negli angoli più bui e insospettabili dell'animo umano.

AUTORE: Jo Nesbo
NAZIONE: Norvegia
ANNO: 2005
PAGINE: 528

6 commenti:

  1. Romanzo spettacolare, serratissimo e perfetto nuovo punto di partenza per il personaggio.
    Un salto di qualità netto per la serie, ed un antagonista - il Piccolo Redentore - splendido.

    RispondiElimina
  2. interessante..devo procurarmelo

    RispondiElimina
  3. Il miglior romanzo che abbia letto di questo scrittore, che fra gli autori nordici inserirei al primo posto, "scalzando" Larsson, di cui se ne parla forse troppo..anche se meritevole.

    RispondiElimina
  4. ma quanto è bello questo romanzo, che scoperta Jo Nesbo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di leggerli in ordine cronologico. Questo è uno dei migliori secondo me....

      Elimina
  5. Ciao da che titolo é meglio iniziare a leggere ......e complimenti per questa classifica ..

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate