16 luglio 2012

Detachment - Il distacco. La buona education

Un film particolare, allo stesso tempo malinconico e poetico, quello proposto da Tony Kaye. Detachment contestualizzandosi nel mondo dell'istruzione cerca di affrontare nella maniera più distaccata possibile, il cambiamento sociale dei giovani, sempre meno educati dai genitori e lasciati alla mercè della tv e delle nuove mode/tendenze.

Voto 7,5. Il nuovo film di Tony Kaye, già regista di American History X, come detto in apertura di post è un film insolito, sia dal punto di vista tecnico che narrativo.
Il film sostanzialmente si divide in due spazi: quello della storia ed un altro che consiste in una sorta di intervista al protagonista. Da intermezzo poi ci sono alcune immagini disegnate su lavagna, che enfatizzano lo scorcio di storia trattato.
Detachment si apre proprio con delle mini-interviste a degli insegnanti, i quali somigliano molto più a dei poliziotti pronti per la loro missione.
Una missione non facile per molti di loro che dovranno affrontare una scuola difficile, piena di bulli, prepotenza e violenza.
Scuola in cui viene assunto come supplente: Henry Barthes, un Adrien Brody in grande spolvero, nei panni di un insegnante di letteratura.
Come ovvio che sia, i supplenti sono disfrattati già dagli alunni "normali"; figurarsi poi in una classe di teppisti.
Ma Henry sembra un tipo diverso, forgiato dalla vita, un uomo che ha dovuto affrontare le sue difficoltà e tuttora le affronta. L'esempio al presente è suo nonno che è al limite della follia in un centro di ricovero. L'esempio al passato, mostrato attraverso flashback sfuocati, è quello di sua madre.

Il rapporto tra Henry e la sua classe, non diventa prolisso come accade in molti film. Non c'è la classica fase: aggressione/empatia/amicizia, o meglio c'è ma è fatta di ellissi. Il regista non vuole soffermarsi più di tanto, sulla crescita del gruppo, ma vuole focalizzarsi di più su Henry e su i suoi rapporti.
A dire il vero non è Henry che cerca rapporti, ma sono piuttosto gli altri ad entrare nella sua vita e non certo in punta di piedi.
Così accade che l'emarginata della classe: Meredith, perchè obesa, veda in Henry un punto di riferimento che può aiutarla a crescere nella sua aspirazione artistica. Aspirazione frustrata da un padre, che vorrebbe da lei una vita normale, come quella delle altre ragazze; quindi: trovare un lavoro serio, dimagrire per potersi trovare un uomo. Un messaggio senza dubbio attuale, che vede il primeggiare dell'estetica su tutto.
Genitori incapaci di educare i propri figli, schierandosi dalla loro parte nel momento del bisogno, solo per non avere altri guai.
Genitori assenti come nel caso della baby-prostituta Erica, che irrompe prepotentemente nella vita di Henry, stanziandosi stabilmente a casa sua.
Nonostante Henry, quindi, scelga la vita da supplente per risultare più distaccato e meno coinvolto dai suoi alunni, in questo giro la vita gli farà un brutto scherzo....

USCITA CINEMA: 22/06/2012
REGIA: Tony Kaye
SCENEGGIATURA: Carl Lund
ATTORI: Adrien BrodyLucy LiuBryan CranstonChristina HendricksJames CaanRenée Felice SmithBlythe DannerMarcia Gay HardenTim Blake NelsonSami GayleDoug E. DougIsiah Whitlock Jr.

1 commento:

  1. l'hon recensito un pò di tempo fa e concordiamo sul fatto che sia davvero un bel film..meritava sicuramente più attenzione al botteghino

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate