21 maggio 2012

Dark Shadows. La maledizione dell'amore non corrisposto

Il non sposo cadavere Depp, alle prese con un’avventura dark post-moderna, in cui sarà coinvolto in una maledizione eterna. Al centro di tutto c’è l’amore: amore negato e amore non corrisposto, entrambi legati da un filo sottile e stregato.

Voto 6. C’era una volta Barnabas Collins (Johnny Depp), un ricco possedente di castelli che elargiva sesso alle fanciulle della sua corte. Sfortuna volle che una di queste giovincelle fosse una strega: Angelique Bouchard (Eva Green), che sentitasi rifiutata affettivamente, scatenò una maledizione sul giovane e la sua famiglia.
I genitori di Barnabas furono i primi a subire l’ira di Angelique, venendo uccisi in modo alquanto particolare.
Nel frattempo Barnabas cercò di riprendere a vivere, soprattutto dopo aver trovato l’amore corrisposto di Josette (Bella Heathcote).
Ma con una strega nei paraggi, innamorata e non corrisposta, non c’è da stare tranquilli. Infatti le maledizioni continuano a fare il loro sporco lavoro. In particolare la giovane Josette, viene costretta al suicidio nonostante richieda aiuto.
La malvagità di Angelique, non ha limiti e nonostante abbia privato della vita terrena i più cari affetti di Barnabas, infierisce anche su quest’ultimo.
Il giovane trasformato in vampiro, quindi in una creatura immortale e additato come mostro, dovrà passare il resto della sua vita in una bara sottoterra a riflettere sugli affetti persi, e soprattutto sulla sua colpa di non aver corrisposto l’amore di Angelique.
In questa prima fase della storia, ambientata nel 1750 circa, c’è da dire che vissero tutti infelici e contenti.
Si apre così Dark Shadows, il nuovo film di Tim Burton, una favola dark con protagonista ancora una volta Johnny Depp, sicuramente uno degli attori preferiti dal regista.
Esteticamente Depp riveste i panni di un personaggio simile a Victor de La sposa cadavere (tra l'altro doppiato dallo stesso Depp), film d’animazione sempre di Tim Burton.
Caratterialmente invece il personaggio di Depp, si evolverà nel corso della pellicola; mostrandosi vittima nella prima fase, per diventare carnefice in tutti i sensi nella seconda parte della pellicola.

La seconda parte della storia infatti è spostata due secoli in avanti, e parte da alcune simpatiche domande che il regista si pone (anche se Dark Shadows è tratto da una soap opera di Dan Curtis):
Cosa farebbe e come si comporterebbe un vampiro se venisse catapultato nella frenetica società moderna?
Continuerebbe a nutrirsi di sangue nonostante il maggior controllo delle forze dell'ordine?
Quale lavoro potrebbe svolgere?
Gli enigmi a queste domande vengono in parte risolti da Dark Shadows. Nel 1972 infatti Barnabas viene ritrovato da dei lavoratori edili nella zona in cui fu sepolto. Se c’erano dei dubbi su quale fossero i gusti culinari del vampiro a digiuno da duecento anni, Dark Shadows li risolve immediatamente.
Nonostante i cambiamenti epocali, Barnabas riesce a trovare la sua giusta collocazione nel mondo, tornando a casa e riuscendo a condividere i suoi spazi passati con i coinquilini del futuro.
La casa è infatti occupata, dai suoi lontani e futuri parenti. Essi sono Elizabeth Collins (Michelle Pfeiffer) una sorta di capo-famiglia; la dottoressa Julia Hoffman (Helena Bonham Carter); l'istitutrice Victoria (Bella Heathcote) molto simile a Josette; Roger Collins (Jonny Lee Miller); i piccoli David (Gulliver Mc Grath) e Carolyn (Chloe Moretz); il custode Willie.

Con Elizabeth riesce a trovare immediatamente un accordo, e ridiventare inquilino con fissa dimora nella sua buia casa.
Le atmosfere sono le solite che regala Tim Burton nelle sue pellicole, vedi ad esempio Edward mani di forbice, La sposa cadavere, Sweeney Todd, e nonostante abbia la possibilità di mostrare nuove scenografie e ambientazioni, preferisce puntare sul suo solito mondo.
Sebbene infatti, ci sia il cambio epocale e quindi di luci, suoni e colori, Burton decide di rinchiudere il suo vampiro nel suo fortino, mostrando quindi un’ambientazione pressoché identica a quella del 1700, nonostante la tv ed alcuni giochi della nuova epoca. L’unica vera novità è quella musicale: rock e moderna che accompagna molto spesso il film, in netto contrasto con quella iniziale d’atmosfera.

Anche la storia non è dissimile dai precedenti racconti, presentando degli elementi simpatici immessi nel personaggio di Depp, e proseguendo sui binari del racconto dark.
Si tratta infatti di una favola abbastanza classica con i ruoli abbastanza sovvertiti.
La strega è infatti presenta, anche se quest’ultima di norma, elargisce i suoi brutali incantesimi su delle belle ragazze, piuttosto che su uomini.
Il principe seppur buono nella parte iniziale, diventa un antieroe nella seconda parte, uccidendo brutalmente poveri innocenti per nutrirsi. Nonostante tutto, il buono del racconto sarà Barnabas, con cui lo spettatore sicuramente si schiererà.
C’è anche l’incantesimo molto spesso presente nelle fiabe classiche, così come il tema centrale è l’amore. Amore non corrisposto, amore privato dall’invidia e cattiveria.
La sfida tradizionale ed iniziale, ovvero quella a colpi di magia e stregoneria, viene rivista e rivisitata in chiave moderna, dando un tocco di originalità alla storia.
I due protagonisti principali infatti si sfideranno e lotteranno economicamente cercando di conquistare settori di mercato, battendo sul campo l’avversario.
Nel complesso Dark Shadows è un film piacevole, con buoni ritmi, momenti divertenti, che difficilmente però diverrà un cult come fu per Edward mani di forbice, che aprì le strade di Hollywood alla coppia Burton - Depp…

USCITA CINEMA: 11/05/2012
REGIA: Tim Burton
SCENEGGIATURA: Seth Grahame-Smith
ATTORI: Johnny DeppEva GreenJackie Earle HaleyBella HeathcoteMichelle PfeifferHelena Bonham Carter,Chloe MoretzThomas McDonellGulliver McGrathJonny Lee MillerChristopher LeeAlice CooperRay ShirleyIvan KayeSusanna CappellaroJosephine ButlerWilliam HopeHarry TaylorShane Rimmer,Guy Flanagan

6 commenti:

  1. è l'ennesimo parere tiepido che sento su un film che non sembra eccezziunale... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che l'ho trovato un film piacevole ma in compenso non un capolavoro:)

      Elimina
  2. troppo tiepido forse:) a me ha convinto a pieno..un film divertente, veloce, tecnicamente impeccabile..con depp al top..da vedere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si una visione la merita sicuramente, ma come dicevo nel commento sopra, non mi è sembrato un capolavoro:)

      Elimina
  3. Carinissimo per quanto riguarda l'impostazione grafica, gli attori e l'idea generale, ma abbastanza insipida la sceneggiatura, con alcuni colpi di scena evitabilissimi e alcuni personaggi trattati a pesci in faccia.
    Molto divertente, però, e con una Eva Green strepitosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Eva Green formidabile, Johnny Depp non mi è dispiaciuto:)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate