31 marzo 2012

Ghost Rider: Spirito di vendetta. Mai fare un patto con il Diavolo

Voto 4,5. Tempo fa avevo detto che era terminato il credito cinematografico nei confronti di Nicolas Cage, ovvero che avrei sospeso per un pò la visione dei suoi film.
Qualche settimana dopo, il Diavolo ci aveva messo già lo zampino, ed in virtù a delle clip, interviste e foto in anteprima, fornitemi dal Viral Media Mosaicoon, ho messo insieme un post che conteneva informazioni sul nuovo film dell'attore con la capigliatura meno invidiata di Hollywood.
Per chi volesse entrare in possesso di suddette informazioni, basta cliccare su questo link: Anteprima Ghost Rider - Spirito di vendetta.
Ma il Diavolo non è mai sazio, perciò ha deciso di farmi un'offerta davvero allettante: Visione del film Ghost Rider: Spirito di vendetta, naturalmente senza addormentarsi, con conseguente recensione, in cambio di 10000 visite giornaliere sul mio blog, con conseguente incremento di entrate pubblicitarie, followers, e scalata della vetta nelle classifiche dei migliori blog di cinema. Se avessi visto il film per due volte consecutive, sarei diventato recensore di punta del sito cooming soon, con accesso a tutte le anteprime cinematografiche. Purtroppo non ce l'ho fatta a stipulare questo secondo patto, provateci voi.....

Nel precedente post avevo anche indicato, anche i cambiamenti essenziali che il nuovo Ghost Rider aveva portato con sè, Nicolas Cage a parte. Anche qui per essere cattivo e conciso, vi invito a cliccare nuovamente sul link precedente. (Mi sorge un dubbio non è che sia questo il modo in cui il diavolo mi assicuri le 10000 visite, mah.....)
Come molto spesso accade nei film, ma anche nella vita ci sono delle notizie buone e delle notizie cattive. Da quale cominciamo? 

Partiamo dalle buone.
- Regia e Fotografia. La regia di Ghost Rider è cambiata, con essa è cambiato il modo di raccontare la storia. Mark Neveldine e Brian Taylor danno il loro imprinting al film, lo caratterizzano, gli danno un'anima "diabolica" ed aggressiva, cosa totalmente assente nel primo film.
Il lavoro del duo è visibile attraverso inquadrature più vivaci, soprattutto quelle a piombo, inquadrature dal basso e dall'alto, e alcune scene con montaggio affiancato.
Stesso discorso vale per la fotografia, luminosa in alcuni punti, con alto contrasto ad evidenziare i colori in altri.
- Personaggi. Migliore è la caratterizzazione dei protagonisti del film Ghost Rider: Spirito di vendetta. In primis Johnny Blaze il protagonista, sicuramente migliore in versione Rider, che non Cage. Altro elemento positivo è anche la prevalenza del teschio rispetto al parrucchino, dal punto di vista del minutaggio in scena. 
Per tutti i personaggi si cerca di fare un lavoro accurato, dando loro caratteristiche estetiche precise, un pò meno dal punto di vista caratteriale.
Esempi ne sono anche: Moreau (Idris Elba) di cui si sa soltanto che ama il vino; Roarke (Johnny Whitwhort) il cattivo combattente; ed il monaco Christopher Lambert.
La combinazione dei tre elementi elencati, dona a Ghost Rider il suo aspetto primordiale e naturale, ovvero quello del fumetto. I colori, la luce, alcune scene completamente disegnate ed altre modificate attraverso la computer grafica, danno al film un tocco particolare ed interessante.
- Altro punto positivo è quello di non dover vedere il primo film per poter guardare il secondo episodio. Infatti non si tratta di un sequel ma di un newquel. La storia di Johnny Blaze viene accennata brevemente (in particolare il patto con il diavolo), attraverso appunto immagini fumettistiche. 
Il non collegamento è già di per sè positivo, se si considera poi che il primo Ghost Rider era anche più brutto di questo, allora questa diventa una grande nota positiva.

Notizie negative.
- Trama. La storia che ci viene raccontata è abbastanza debole, quasi un pretesto per mettere in scena i punti precedenti. Ghost Rider vuole sciogliere il suo patto con il diavolo, per tornare per sempre un semplice Blaze/Cage. Per farlo deve salvare un bambino: Danny (Fergus Riordan) dalle grinfie del diavolo (Claràn Hinds)
Il piccolo guarda caso però, è figlio di Mefistofele, concepito dalla mamma Nadya (Violante Placido).
La trama è molto banale, semplice, senza nessun intoppo. Risultato finale: si sa già dall'inizio come va a finire, nessun colpo di scena, nessun cambio di rotta in moto.
- Epilogo. ATTENZIONE SPOILER. La fine del film è a mio parere alquanto strana ed inverosimile perfino per un fumetto. Ad un certo punto, infatti, si ha la possibilità di ammazzare il figlio del diavolo, per evitare soprattutto che ci siano altri film della saga Ghost Rider. Cosa fanno invece i nostri eroi? Naturalmente lo risparmiano, in fondo dai è solo un bambino, cosa volete che faccia....
- Concezione di Ghost Rider. Il personaggio di Johnny Blaze/Ghost Rider credo sia uno dei meno brillanti realizzati ed inventati dalla Marvel. Quello che più mi sconcerta è la sua vocazione, il suo compito. Avendo un'anima malvagia, quello di cui più non mi capacito è come mai, Ghost debba uccidere i suoi simili, ovvero i cattivi, e non la gente buona. La risposta credo sia che uccide i cattivi per nutrirsi della loro anima, però nel contempo si comporta da buono con i buoni.
- Attori. Nicolas Cage è ormai da un pò di tempo che si invischia solamente in film mediocri, risultando sempre più indigesto. Riguardo a Violante Placido, credo che reciti meglio di quanto si auto-doppi, e non so se questo sia un bene o un male....

La recensione è giunta al termine, ora il Diavolo deve rispettare il suo patto, non mi resta che attendere....altrimenti nascerà in me il vero spirito di vendetta!

USCITA CINEMA: 23/03/2012
REGIA: Mark NeveldineBrian Taylor
SCENEGGIATURA: Scott M. GimpleDavid S. GoyerSeth Hoffman
ATTORI: Nicolas CageIdris ElbaCiarán HindsViolante PlacidoChristopher LambertJohnny WhitworthFergus RiordanJacek KomanAnthony HeadVincent Regan

5 commenti:

  1. una cavolata..decisamente pessimo

    RispondiElimina
  2. la regia di neveldine e taylor da sola merita la visione.
    il resto è da buttare...

    RispondiElimina
  3. Α сell phonе 14-уeаr-old ωaѕ treаtеԁ for minor injuгies tуpе of r&#1077c&#1077ρtion уou will rеceіve &#1110n уour t&#959ωn.



    Takе а look at my web blog eropedia.org

    RispondiElimina
  4. Time transfer νагies accοrding to the tests lаіd
    down in the quarter as the ρеople put off buying until this
    week's introduction of a tiny and inexpensive version of the Ipad?

    RispondiElimina
  5. Ѕtill, since the outsiԁe οf the nеω Ipad, and νiola you have thе οptіоn of a lateг
    ѵerѕіon of аnԁrοid
    2. Sanԁler says one in fіѵe рeοple in thе
    United States. The U K branches of Sony Music and Uniѵеrsal, the tωo laгgest
    rеcоrd lаbels, will noω make digіtal ѕingleѕ available whеn
    songs hit the rаԁio.

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate