13 marzo 2012

Anteprima Ghost Rider - Spirito di Vendetta. Clip inedita del backstage

Era il 16 marzo 2007 quando sul grande schermo appariva per la prima volta il personaggio della Marvel: Ghost Rider, interpretato da Nicolas Cage. Nonostante gli incassi italiani (quasi 3 milioni di euro) non furono altissimi e le recensioni non positivissime; la saga Ghost Rider ci riprova sul grande schermo. Dopo cinque anni e qualche giorno (il film è in uscita in data 23 marzo 2012) ricompare nelle sale italiane Nicolas Cage con il motociclista Johnny Blaze.

Cage è l'unico che resta a "cavallo" della sua moto, (oltre lo sceneggiatore David S. Goyer); il resto del cast cambia infatti completamente. Il film sarà distribuito da Medusa e non più da Sony Pictures; la produzione sarà arabo-americana. L'ambientazione dall'Europa, viene trasferita in Australia.
L'icona femminile non sarà più Eva Mendes bensì l'italiana Violante Placido, che cerca di internazionalizzarsi definitivamente dopo The American.
La regia passa da Mark Steven Johnson al duo Neveldine - Taylor, già registi di Crank e Gamer.
Eravamo entrambi molto elettrizzati all’idea di dirigere questo film, commenta Taylor, uno dei registi del film. “L’idea ci piaceva moltissimo per due motivi: innanzitutto per l’opportunità di dirigere un film che fa parte di una saga interpretata da Nicolas Cage, e secondo, perché ci ha dato l’occasione di lavorare su un fumetto all’avanguardia e di grande successo il cui protagonista è un tizio con il cranio in fiamme che assesta colpi a destra e a manca” aggiunge l’altro regista, Neveldine. “Credo che questa volta i produttori desiderassero spingersi un po’ oltre, ed è per questo che il nostro stile e il nostro modo di lavorare sono sembrati la scelta più appropriata. Hanno ritenuto che saremmo riusciti a fare esattamente il film che desideravano e per questo ci siamo trovati perfettamente in sintonia.” 

I due registi hanno puntato forte sull'azione, come dimostrano le immagini tratte dal backstage.

Queste le parole di Cage riguardo i due registi: “E’ stata un’esperienza molto più “selvaggia”, quasi spericolata – soprattutto per quanto riguarda la maniera di girare di Mark Neveldine.  Quando ha la macchina da presa in mano, si trasforma in una specie di stuntman, rischiando la vita centinaia di volte, appeso a una fune o sfrecciando sui Rollerblades. E’ un cineasta molto attivo. Gli appassionati del genere resteranno stupefatti dalla fotografia  e dal lavoro spericolato e folle realizzato da Mark, Brian e dal direttore della fotografia Brandon Trost.

Proprio su Nicolas i due hanno lavorato molto, facendogli interpretare non solo Johnny Blaze, ma anche il suo alter ego Ghost Rider.
Brian Taylor ha voluto a tutti i costi andare a fondo nell’esplorare il tema del sacrificio – ricordando anche il dolore dell’iniziale trattativa con il Diavolo,” racconta Cage. “E’ stato lui a sostenere dall’inizio che avrei dovuto interpretare non solo John Blaze ma anche Ghost Rider.  Era importante per Brian che io mi calassi nello spirito di  Zarathos –  l’ex spirito della giustizia corrotto e decaduto e trasformatosi nello spirito della vendetta. E questo mi ha aperto tutte le porte. Mi era già capitato in passato di interpretare ruoli multipli, come in Adaptation per esempio, ma questa volta era diverso perché dovevo interpretare un personaggio che non è umano. E cosa potevo fare per portarlo in vita? E’ stato elettrizzante per me, anche perché, se vogliamo dirla tutta, il film s’intitola Ghost Rider Spirit of Vengeance, e non John Blaze.  E quindi la vera star è Ghost Rider.

Essendo un film anche per centauri, importante è stata anche la selezione delle moto. Quella di Johnny Blaze è una Yamaha V-Max. Quella del monaco Moreau è una Ural Solo 750 russa. Naturalmente nelle scene più rischiose, gli autori ed i produttori si sono avvalsi di stuntman, uno su tutti Rick English, sotto la supervisione di Markos Rounthwaite.

Ecco la trama del film:
Nicolas Cage ritorna a calarsi nei panni di Johnny Blaze in GHOST RIDER: SPIRIT OF VENGEANCE.  In questo nuovo capitolo della saga, diretto da Neveldine/Taylor, (Crank) Johnny è ancora alle prese con la maledizione del cacciatore di taglie del diavolo… ma dopo l’incontro con il leader di un gruppo di monaci ribelli (Idris Elba) sembra disposto a tutto pur di salvare un ragazzino dalle grinfie del diavolo - e liberarsi una volta per tutte dalla maledizione che lo perseguita.

Per dichiarazioni ufficiali dei protagonisti, foto e videoclip, si ringrazia il Viral media Mosaicoon

1 commento:

Generi cinematografici

Notizie archiviate