18 gennaio 2012

Non avere paura del buio. Non avere paura di questo film.

Voto 4,5. Prima di cominciare con la recensione di questo film, rivolgo un paio di domande con relative risposte, al pubblico che intendesse vedere Non avere paura del buio.
Avete paura del buio?
Volete andare al cinema a vedere un film horror, e tornare a casa impauriti?
Volete vedere un film horror nuovo, originale, innovativo?
Volete far spaventare vostro/a figlio/a, che rompe le scatole?
Se avete paura del buio, allora vedetevi questo film. Dopo averlo visto infatti ogni vostro timore svanirà; anzi farete di tutto per starvene un pò nella penombra per incontrare quelle simpatiche creature co-protagoniste di questo film. Il buio sarà vostro amico, dopo questa visione.
La risposta alla seconda domanda è legata alla prima, appena scritta. Restare impauriti dopo Non avere paura del buio, per un adulto, mi sembra davvero una cosa difficile. Nonostante nelle prime scene il film prometta bene, lo svolgimento è abbastanza non-horror.
Non avere paura del buio, non spicca poi, per originalità e fantasia, non apportando nulla di nuovo al genere horror. La pellicola sembra essere abbastanza simile a The Messenger e The Hole in 3D (cito questi, in quanto sono film abbastanza recenti, che mi sono parsi simili a Non avere paura del buio). Casa sperduta, grande, lussuosa, ma con un nefasto passato.
Se invece avete qualche bimbo rompiscatole (come la protagonista del film), allora fategli vedere questo film, chiudetelo nella sua stanza e privatelo di ogni tipo di luce, forse, ma con molti dubbi, lui potrà avere un briciolo di paura.


Molti anni fa ricordo, che la sera del martedì (o giovedì) restavo sveglio, oltre l'orario dei piccoli, per vedere Notte Horror. Sono passati parecchi anni e qualcosa è cambiato. I film horror me li scelgo da solo (mentre prima toccava vedere quello che Italia uno decideva). La paura è diminuita, anzi azzerata, molto spesso sono più le risate che un film horror fa suscitare, che non altro.
Questo per dire, che forse il target originale, dei film dell'orrore, sono appunto i ragazzini. Ancor più rispetto agli altri film, questo Non avere paura del buio.

Già la protagonista indica chiaramente a chi sia adatto questo film. L'imbronciata Bailee Madison (già vista in Brothers) alias Sally, è una bambina taciturna, abbastanza triste e complessa. Sua madre la spedisce per un pò, come un pacco postale, da suo padre: Alex. Quest'ultimo ha trovato una nuova ragazza: Kim; ed una nuova casa.
Tra i tre, protagonista principale è appunto la piccola, quindi i più giovani si potranno immedesimare maggiormente con essa. Discutibile la scelta di Katie Holmes (Kim) e Guy Pearce (Alex) di fare da spalla alla piccola. Certo la prima (Dawson's Creek a parte) nel grande cinema è nota soltanto per Batman Begins. Per quanto riguarda Guy Pearce, mi è un pò dispiaciuto vederlo nei panni di un padre un pò incapace, dopo gli ottimi inizi con Memento.

La trama è semplice. Alex compra una nuova casa, grande, isolata e sperduta in una campagna. Lì si trasferisce con Kim, la sua nuova compagna e sua figlia Sally. Le due donne della casa avranno un rapporto complicato: Sally vuole la mamma naturale, Kim vuole conquistare la sua fiducia. 
La casa è bella, grande, spaziosa, con giardino e servitù inclusi. Però, c'è un però. Sally mentre vaga per il giardino trova una cantina nascosta. Se in passato, l'hanno chiusa e nascosta, ci sarà un motivo, no?
Ma la poco allegra famigliola decide di rendere la cantina parte della casa, rompendo la porta antistante che la separava dal resto della casa.
Da allora, la loro vita non sarà più la stessa. Voci e strane presenza cominceranno ad aggirarsi per la casa, e rompere l'intimità dei loro nuovi coinquilini....

Ma non abbiate paura, così come indica il titolo. L'unica paura semmai, potrebbe essere quella di non avere più paura nel vedere un film horror!!

USCITA CINEMA: 13/01/2012
REGIA: Troy Nixey
SCENEGGIATURA: Guillermo del ToroMatthew Robbins
ATTORI: Guy PearceKatie HolmesBailee Madison

4 commenti:

  1. Già la presenza di Katie Holmes mi dissuadeva da vedere il film, non la sopportavo manco in Dawson's Creek (si scrive cosi'??), poi già un paio di recensioni negative mi hanno fatto passare del tutto la voglia. Grande notte horror!!un programma cult....

    RispondiElimina
  2. volevamo andare cmq a vederla per farci 4 riste, ma purtroppo non abbiamo possibilità di incotrarci tanto presto :(
    ci consoliamo leggendo questa tua recensione che conferma in pieno le nostre impressioni hahahahaha XDDD

    RispondiElimina
  3. sì in effetti è simile a the messenger, oltre che a un sacco di altri film. the hole invece mi era piaciuto di più, non eccezionale ma almeno era abbastanza divertente.
    questo è giusto una patacca di film :)

    RispondiElimina
  4. @newmoon35. Notte horror rimarrà per sempre un cult, per noi che abbiamo avuto la fortuna di vederlo, così come per i cartoni animati di quell'epoca:)
    Riguardo a questo film, lascia perdere..

    @Asgaroth's Midnight. Beh vi siete risparmiate i soldi del cinema, anche se i "mostriciattoli" del film fanno davvero ridere:)

    @Marco Goi. The Hole più o meno l'ho giudicato allo stesso modo di questo, un film per ragazzi-ni. The Messenger mi piacque un pò di più...

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate