1 gennaio 2012

Jackie Brown. Sei personaggi hanno trovato l'autore!

Voto 7. Che Quentin Tarantino è uno che sappia lavorare molto bene con la caratterizzazione dei personaggi è una cosa ovvia. Si pensi alla sua prima pellicola Le Iene con protagonisti "colorati"; sino ad arrivare al suo ultimo Bastardi senza gloria ed i suoi splendidi protagonisti, tra tutti: Christoph Waltz, tra l'altro vincitore dell'Oscar in questo film, come miglior attore non protagonista.
In mezzo a questi grandi successi di film e personaggi, ce ne son stati tanti altri, ricordati da molti: Pulp Fiction, Kill Bill, ad esempio.
Meno popolare è sicuramente il film del 1997: Jackie Brown. Il titolo racchiude tra l'altro quella che è una delle forze del cinema di Tarantino: ovvero la efficace ed efficiente costruzione e realizzazione dei protagonisti principali.

Jackie Brown è infatti la protagonista di questa pellicola, ma come in qualsiasi film di Tarantino che si rispetti non si "muove" da sola, ma viene accompagnata da altri co-protagonisti.
Come sottolineato nel mio titolo pirandelliano, sei sono i personaggi principali (compresa Jackie Brown) attraverso cui ruotano le vicende del film. Eccoli descritti in ordine di importanza:

Jackie Brown interpretata da Pam Grier. Jackie è un hostess che data la crisi economica, arrotonda lo stipendio trasportando del denaro "sporco" per nome e per conto di Ordell. Il suo secondo datore di lavoro, da fonte di guadagno si trasformerà in fonte di pericolo, soprattutto dopo che la polizia l'avrà fermato con un  mucchio di soldi e un pò di droga.
Abile, caparbia, doppio giochista di alta qualità, saprà tenere testa a tutti.

Ordell Robbie il cui alter ego è Samuel L. Jackson. La prima nota va per la sua acconciatura. Capelli finti e molto brutti, che neanche uno come Nicholas Cage, re dei parrucchini, avrebbe avuto coraggio d'indossare. Acconciatura a parte, Ordell è il cattivo del film. Scena cult sicuramente quella in cui fa fuori Beaumont, uno dei suoi scagnozzi, per paura che in carcere lo possa incastrare.
Trafficante d'armi, usa Jackie come trasportatrice del suo denaro. I suoi 500.000 dollari saranno il fulcro attorno al quale gireranno le scene finali, in cui il film ingranerà ritmicamente.

Max Cherry alias Robert Forster. Sicuramente il più buono di tutti. Max è un garante di cauzioni, che per due volte viene a contatto con i soldi di Ordell, i quali per ben due volte mettono fuori di galera due persone: Beaumont e Jackie. Alla vista di quest'ultima nel loro primo incontro, Max rimane folgorato e forse innamorato della hostess dai capelli afro. Il suo cuore spinge Max ad aiutare Jackie ad uscirne viva da tutta la vicenda.

Louis Gara i cui panni sono calzati dal sempreverde Robert De Niro. Ex galeotto per via di rapine a banche, è ospite di Ordell, nonchè grande amico. Il suo ruolo almeno inizialmente è abbastanza marginale, e si limita ad instaurare un rapporto con Melanie, una bionda strafatta e stralunata. 

Ray lo sbirro interpretato da Michael Keaton. Cerca di far trionfare la giustizia, mettendo dentro Ordell e sbrogliando la matassa dei 500.000 dollari. Il suo compito sarà arduo e dovrà fare i conti con numerosi scambi di buste piene o vuote di soldi.

Melanie impersonata da Bridget Fonda. La bionda amica-compagna di Ordell è una fattona, il cui fumo le da un pò alla testa tanto di tentare di "fottere" Ordell, prima di essere "fottuta" da Louis, ed è proprio il caso di dirlo in tutti i sensi.

I sei personaggi ruotano appunto attorno al malloppo dei 500.000 dollari, dopo la parte iniziale del film volto alle presentazioni. Chi si aggiudicherà il bottino? Quali mani se lo accalappieranno? Molti giocheranno in coppia, altri singolarmente, chi avrà ragione? Quale strategia sarà la migliore?

Lo so lo so, non sono bravo nella descrizione dei personaggi come Quentin Tarantino, quindi per togliervi qualsiasi dubbio, recuperate questa pellicola un pò vecchiotta e guardatela di buon gusto per due ore.

REGIA: Quentin Tarantino
SCENEGGIATURA: Quentin Tarantino
ATTORI: Pam GrierSamuel L. JacksonRobert ForsterBridget FondaMichael KeatonRobert De Niro

3 commenti:

  1. davvero un bel film, ma se ti leggi il romanzo di Elmore Leonard omonimo da cui è stato tratto il film, capirai che Tarantino stavolta non ha dovuto fare un grosso sforzo nella caratterizzazione dei personaggi e nei dialoghi... era già tutto nel libro di Leonard :-)
    ciao!

    RispondiElimina
  2. @A day. D'accordo con te, bel film!!

    @Garage pieno di libri. Si sapevo del romanzo che purtroppo non ho letto, e non so se leggerò in quanto preferisco il percorso inverso. Ovvero, prima leggere il romanzo e poi vedere il film (nel caso naturalmente lo facciano). Quindi il titolo giusto del mio post era: I sei personaggi avevano già trovato l'autore, anzi ne hanno trovati addirittura 2:)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate