17 dicembre 2011

Sherlock Holmes, dove eravamo rimasti?

Come ben saprete, è uscito questa settimana nelle sale italiane: Sherlock Holmes -Gioco di ombre, secondo film diretto da Guy Ritchie, dedicato al celebre investigatore del Regno Unito.
Per chi come me, avesse la memoria corta, questo post potrebbe essere adatto per darvi una rinfrescata e ricordare ciò che accadde il 25 dicembre del 2009, data in cui uscì Sherlock Holmes, di Guy Ritchie.
Vi direte voi, visto che ho la memoria corta come faccio a ricordarmelo? Elementare miei follower, l'ho appena rivisto.
Il post quindi è un tantino inadatto per chi non avesse visto il primo Sherlock Holmes, in quanto contiene molti spoiler.


Iniziamo appunto dalla fine, gli incassi. Sherlock Holmes nel 2009 guadagnò 19.838.000, un bel bottino considerando la concorrenza natalizia.
Scherzi a parte, Sherlock Holmes ci lascia con un solo punto interrogativo, che speriamo venga risolto nel nuovo film: chi è il professor Moriarty, che faccia ha, cosa vuole da Sherlock?
Blackwood dopo lo scontro su Tower Bridge, a mò di clamorosi colpi di scena sembra sconfitto, addirittura morto impiccato da delle catene.
Holmes insieme a Irene Adler, può godersi per due anni il panorama; in attesa di rimettersi in movimento in questo Natale 2011.
Il finale è più o meno, quindi, un tutti vissero felici e contenti, con il dottor Watson ferito ma vivo e fidanzato; e Sherlock che si gode il panorama con la sua fiamma.
Certo per arrivare a questa tranquillità, Sherlock Holmes ed il suo fido Watson, hanno dovuto affrontare sfide difficili e alquanto complicate, tradotte in una parola: Blackwood. Quest'ultimo è un personaggio oscuro, che risorge e sparisce da una tomba, e cerca attraverso i suoi giochi di prestigio di conquistare il potere.
Giochi di prestigio appunto. Guy Ritchie punta infatti su un film fatto di scatole cinesi, che mixa molti generi cinematografici: thriller, azione, commedia, storico (per quanto riguarda l'ambientazione).

Ritchie rinuncia al suo cast variegato di personaggi, come accadde per Snatch e RockNRolla, puntando forte su Sherlock Holmes, unico personaggio con tante sfaccettature però. Sherlock infatti, racchiude quelle che sono le caratteristiche che Ritchie ama e dona ai suoi personaggi: forza (vedi scena iniziale a torso nudo di Holmes contro un bestione, simile al combattimento di Pitt in Snatch); astuzia, precisione matematica (vedi il risolvimento di enigmi complicatissimi, da pochi indizi; facendo risultare il tutto inverosimile). 
Robert Downey Jr. dona poi al personaggio di Sherlock Holmes, una certa "spensieratezza", simpatia, che rende l'investigatore, il re della scena. Buona anche la scelta e la prova dei comprimari, vedi Jude Law in un ordinato Watson; e Rachel McAdams nella seducente e furba Irene Adler. Mark Strong interpreta invece un Blackwood che si teme più per la sua assenza, che per le scene in cui "combatte" fisicamente.
Voto 7

Questo è dove eravamo rimasti, questo invece, quello che ci aspetta:
Nel film Sherlock Holmes 2, una nuova acuta mente criminale, il Professor Moriarty, con una intelligenza pari a quella di Holmes e con una predisposizione al male ed una totale assenza di coscienza, potrebbe mettere in grande difficoltà il rinomato detective. Quando il Principe d'Austria viene trovato morto, tutte le prove raccolte dall'Ispettore Lestrade, indicano come causa della morte il suicidio. Eppure Sherlock Holmes deduce che il Principe è stato vittima di un omicidio, un omicidio che è soltanto il primo pezzo di un puzzle ben più grande e sinistro messo a punto dal Professor Moriarty. (Tratto da Coming soon)




USCITA CINEMA: 25/12/2009
REGIA: Guy Ritchie
SCENEGGIATURA: Mike JohnsonAnthony PeckhamGuy Ritchie
ATTORI: Robert Downey Jr.Jude LawRachel McAdamsMark StrongEddie MarsanKelly ReillyJames FoxHans MathesonRobert StoneWilliam Hope,Robert MailletDavid GarrickWilliam HoustonTerry Taplin

2 commenti:

  1. Non vedo l'ora di vedere il nuovo film. Adoro Guy Ritchie, adoro Holmes e il primo film mi è piaciuto veramente un casino. Che poi una grande critica che gli viene fatta è che non è fedele ai romanzi di Doyle, ma secondo me lo è più di tante altre rivisitazioni con uno Sherlock compunto e serioso e uno Watson basso e grasso.

    RispondiElimina
  2. Anch'io sono curioso di vedere il secondo film. Guy Ritchie da un buon ritmo al film, Robert Downey Jr. mi piace molto come attore. Confesso che è il primo Sherlock Holmes che vedo quindi non posso fare paragoni..

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate