4 dicembre 2011

Piranha 3D

Voto 4,5. Un horror "pornografico", potrebbe essere l'espressione che meglio racchiude la sintesi di questo film. Pornografico per alcune caratteristiche della sceneggiatura, incentrato su culi, tette di fuori, scene piccanti, che non fa niente per evitare ammiccamenti sessuali. Esempi ne sono l'escursione dei due sommozzatori nel lago, per capire cosa abbia provocato la morte del vecchio pescatore. La sommozzatrice donna dice: " Non ho mai visto uno così lungo", riferito al lago, il sommozzatore uomo ironizza in maniera sessuale, ovviamente. Eppure questi due poveri sventurati erano due tipi abbastanza seri, rispetto al resto della "troupe". 
Altra scena che si poteva evitare e che rafforza la natura "pornografica" del film, è quella di un Piranha intento a mangiarsi un pene.



Le scelte sono giustificabili se si fa un quadro più ampio del film e si parla della trama. La parte "easy" del film riguarda infatti, un ragazzo del luogo (Jake) che viene assoldato da un regista di film porno, come guida turistica.
Il ragazzo insieme alla sua amica (Kelly), viene catapultato su un set di un film porno, in cui avvenenti attrici "giocano" insieme. 
Questo sembra essere il plot principale della storia. In secondo piano c'è quello del resto dei ragazzi della città, e dei poliziotti, tra cui figura la mamma del ragazzo. Gli allegri giovanotti festeggiano la festa di Primavera, naturalmente in riva al lago.
SPOILER
Questa secondo me la parte peggiore di tutto il film, ancor più di quella "pornografica". Viene messa in scena la stupidità dei ragazzi, sicuramente in maniera inverosimile. Ragazzi che intimati a non andare in acqua da parte dei poliziotti, perchè pericolosa, fanno l'esatto contrario. Si tuffano tutti allegri e contenti. E cosa succede? La risposta è ovvia, ragazzi + piranha = carneficina.
Scena pietosa è anche quella del ragazzo con la moto d'acqua che non si sa cosa voglia fare e finisce per essere "divorato" prima dai suoi amici e poi dai piranha; o del poliziotto che si sacrifica per uccidere quanti più piranha può.
Una delle scene migliori del film, ricorda un pò qualche scena del film  Titanic.

Una vera è proprio "pornografia" dell'immagine umana. Splatter che abbonda appunto. Corpi martoriati, gambe disintegrate, una strage più cruenta di quella di una guerra. 
Piranha iper-cannibali, che non rispettano la loro natura animale, caratterizzata dal fermarsi, nel momento in cui il loro stomaco è sazio; ma che continuano invece imperterriti, a divorare chi gli si presenti a tiro.
Il film remake di Alexandre Aja, presenta poi il difetto della ovvietà. Facile capire dalle prime scene chi si salverà dalla strage, chi no.
Sicuramente positiva invece la contrapposizione messa in evidenza dal regista. La perfezione e la bellezza dei corpi umani vs gli stessi corpi dopo l'incontro con i piranha.
Ultima nota riguarda l'ultima scena abbastanza comica, che dopo tutto quel sangue, ti lascia con un sorriso sulle labbra....

USCITA CINEMA: 04/03/2011
REGIA: Alexandre Aja
SCENEGGIATURA: Alexandre AjaJosh StolbergGrégory LevasseurPeter Goldfinger
ATTORI: Elisabeth ShueAdam ScottChristopher LloydRichard DreyfussDina MeyerJerry O'ConnellVing RhamesJessica SzohrKelly BrookBrooklynn Proulx,Riley Steele

1 commento:

Generi cinematografici

Notizie archiviate