30 novembre 2011

The game - Nessuna regola

Voto 6. Un film che spunta tra Seven (1995) e Fight Club (1999), per emergere deve essere all'altezza di questi due capolavori. Purtroppo The game - Nessuna regola (1997), è un buon film ma non raggiunge i livelli dei film prima citati. Il paragone tra i tre film non nascerebbe neanche, se non fosse che a dirigerli è lo stesso regista: David Fincher.
Si tratta del terzo film, del regista di Denver (Colorado), in ordine cronologico. 
Il titolo del film è abbastanza eloquente, e descrive appieno la trama di The Game.
Visto nel suo complesso, il film potrebbe avere un significato riguardante anche l'intero mondo del cinema; o meglio il "gioco" del cinema. Un gioco in cui ogni attore, dietro compenso e diretto da un regista, recita un determinato personaggio, funzionale alla storia raccontata. Il prodotto ben confezionato viene, poi proposto allo spettatore.

In questo caso spettatore, ma anche attore protagonista è Nicholas Von Orton. Lui è un "attore" consapevole di esserlo solo nella prima parte del film. "Regista" del gioco all'interno del film è la Rcs, una società che organizza giochi abbastanza complessi. 

Nicholas un ricco consulente finanziario, dalla vita abbastanza solitaria e triste, dietro invito del fratello, decide di partecipare a questo gioco.
Purtroppo per lui, il gioco si trasformerà in un incubo. Da quel momento in poi ogni cosa della sua vita sarà a forte rischio, dal fratello al suo denaro; ogni volta che si rapporterà ad una persona non saprà se questa è parte del gioco, o estranea ad esso. Ad ogni sua mossa, corrisponderà una contromossa del Rcs.

Ad interpretare Nicholas, c'è l'esperto Michael Douglas, che ancora una volta si troverà a stretto contatto con una ragazza che non indossa le mutandine (la cameriera di un bar, chissà anche se in questo caso si tratterà del gioco o della realtà).
Il film ruota sostanzialmente sul protagonista, presente in tutte le scene, anche perchè come detto rappresenta l'occhio dello spettatore. 
Se non fosse così, alquanto discutibile sarebbe infatti, l'ingaggio di Sean Penn nel ruolo del fratello. Quest'ultimo infatti, appare in pochissime scene, ma avrà un ruolo importante all'interno del film. Un pò come avvenne per Kevin Spacey in Seven.

The Game è un film che ha il suo punto di forza nel mistero. Ciò che vuole sapere lo spettatore è: di che razza di gioco si tratta?
Le fondamenta su cui si basa tutto il film sono però abbastanza sterili, inverosimili e difficilmente realizzabili nella vita reale. Le incongruenze sono molte, ma nel complesso il film tiene bene e regala un finale interessante.

USCITA CINEMA: 1997
REGIA: David Fincher
SCENEGGIATURA: John Brancato, Michael Ferris
ATTORI: Scott Hunter McGuire, Carroll Baker, Peter Donat, Michael Douglas,
Anna Katarina, Charles A. Martinet, Armin Mueller-Stahl, James Rebhorn, Sean Penn,

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate