16 maggio 2011

Twilight

Voto 6. E così il leone s'innamorò del suo agnello. E così che il vampiro vegetariano s'innamorò di una ragazza "normale". Normale tra virgolette perchè innamorarsi di un vampiro non capita tutti i giorni e non credo lo facciano tutti. 
Difficile giudicare Twilight, un vero e proprio fenomeno che dato il suo successo è arrivato già a tre capitoli. Un fenomeno, paragonabile forse a quello di Harry Potter. Entrambi infatti nascono su carta stampata, come libri, subito dopo si trasferiscono sul grande schermo, diventando dei veri e propri cult per adolescenti.
Il target di Twilight, così come credo quello di Harry Potter, è infatti ben delineato. Difficilmente un "adulto" si lascerebbe coinvolgere e affascinare da una storia molto lontana dalla realtà, come quella appunto tra un vampiro e una ragazzina. Come se un uomo s'innamorasse del suo panino, certo lo si può amare ma dopo lo si mangia sicuramente.
Twilight tratto dal romanzo di Stephenie Meyer, si rivolge quindi, volutamente ai ragazzi Under 16. Un pò il Tre metri sopra il cielo straniero. Sia Scamarcio che Robert Pattinson infatti nascondono un cuore tenero, sotto il loro aspetto dark.

Twilight di fatto è una storia d'amore. Bella (già il nome della protagonista, dice chiaramente a chi il film si rivolga) si trasferisce in una nuova città. In un batter d'occhio riesce a crearsi una comitiva, e a far innamorare il più "figo" di tutta la scuola: l'eterno diciasettenne Edward.
Basta uno sguardo che l'uno perda la testa per l'altro, e anche questo punto mi pare abbastanza adolescienziale. Da sottolineare come vengono creati tecnicamente questi sguardi, che definirei tronistici, con scene rallentate fatte di sguardi "seducenti".
Nonostante i due abbiano due mondi abbastanza diversi, cercano di superare questi ostacoli e dar vita alla loro love story. Dopo una settimana che si conoscono Bella viene già invitata a casa di Edward, la casa dei vampiri buoni. Edward gli fa conoscere anche il suo mondo fatto di arrampicate veloci come una scimmietta sugli alberi, e di nessun letto, infatti non dorme mai.
Bella è la tipica ragazza il cui motto è "per amore posso superare qualunque ostacolo", un pò come la vecchia e cara Fantaghirò, che non disdegnava baciare mostri e altri esseri strani.

La storia è volutamente infantile, il film non fa niente per divergere da questo aspetto. Un elemento su tutti è la caratterizzazione del vampiro. Il conte Dacula o il conte Dracula di Carletto il principe dei mostri, facevano più paura e rappresentavano più degnamente gli esseri di questa categoria.
Edward (ma anche tutto il resto della sua famiglia) è un tipo alquanto pallido con labbra violacee e occhi sul rosso. Vedendolo si potrebbe azzardare che è un vampiro. Certo un vampiro moderno con jeans e capelli alla moda, che guida una volvo sportiva.
Un vampiro che non mostra i suoi canini, e a cui il sole non da un granchè fastidio se non una leggera brillantina sulla pelle. Nella scena in cui si rivela a Bella per quello che è, e si mostra al sole, pensavo onestamente di ritrovarmi di fronte una strana creatura, invece no è solo Robert Pattinson. Anche questo punto ancora una volta mira a non deludere e spaventare i più piccoli.
Nonostante tutti questi elementi negativi o meglio non adatti alla mia età, ho trovato Twilight un film comunque carino e da vedere. Confesso che sicuramente vorrò vedere come si evolge la storia nei successivi film. Twilight è infatti un film poco noioso e che scorre molto bene, nonostate i limiti sopra citati.

TRAMA:  Bella (Kristen Stewart) si è trasferita da poco a casa di suo padre, in un piccolo paesino di Forks. Una volta a scuola nota Edward (Robert Pattinson) un ragazzo dai modi strani, il classico bello e tenebroso. I due a poco a poco, cominciano a conoscersi meglio. La loro relazione subirà una svolta allorchè Edward salverà la vita a Bella.

USCITA CINEMA: 21/11/2008
REGIA: Catherine Hardwicke
SCENEGGIATURA: Melissa Rosenberg
ATTORI: Kristen Stewart, Robert Pattinson

7 commenti:

  1. L'ho visto e indovina? Non mi è piaciuto, lo ammetto probabilmente avevo una marea di pregiudizi, ma continuo comunque a preferire "intervista col vampiro"

    p.s. fantaghirò era meglio

    RispondiElimina
  2. Anch'io avevo un sacco di pregiudizi (come ne ho per Harry Potter del quale non ho visto neanche un film) ma tutto sommato si può vedere, avessi qualche anno in meno e fossi più romantico, forse mi sarebbe anche piaciuto:)

    RispondiElimina
  3. "Come se un uomo s'innamorasse del suo panino"... beh, non l'avevo mai vista da questo punto di vista! Che stupida che sono! La prima volta che ho visto Twilight ho pensato che si trattasse di un Tre metri sopra il cielo d'oltreoceano, tra l'altro sono molto simili fisicamente le protagonisti.
    @ Vegas Io non ho amato Intervista col vampiro, mi è sembrato alquanto ridicolo (linko il post nel mio blog http://hovogliadicinema.blogspot.com/2010/12/intervista-col-vampiro.html)
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. O anche di un piatto di lasagne al forno o parmiggiana:)Cmq è simile a Tre metri sopra il cielo, ma sicuramente Scamarcio non si sarebbe fatto truccare come Pattinson

    RispondiElimina
  5. non ce l'ho fatta neanche a guardarlo in tv, è più forte di me... twilight, cartaceo o filmaceo che sia, è la mia kriptonite, mi rifiuto proprio. Harry Potter non è neanche paragonabile!

    RispondiElimina
  6. Anche io avevo moltissimi pregiudizi, infatti l'ho guardato una volta trasmesso in tv. è chiaramente un film per adolescenti ma tutto sommato si può guardare:)

    RispondiElimina
  7. E' un film che fa sbellicare dalle risate! Noi abbiamo riso dal primo all'ultimo minuto XD leggere per credere ---> http://illabirintodeldiavolo.blogspot.com/2008/11/twilight.html

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate