9 aprile 2011

Takers

Voto 4. Di film su rapinatori e rapine se ne son visti tanti. Ognuno ha suo modo ha cercato di aggiungere qualche elemento innovativo, vedi The Town che incentra la storia su un piano più drammatico, o Inside Man che grazie all'epilogo sorprende lo spettatore. Questo Takers invece, non aggiunge nulla di nuovo al genere. 
L'inizio del film è abbastanza noioso, nonostante sia un film d'azione. Sceneggiatura scontata, con frasi ancor più scontate e prevedibili. Regia poco cinematografica, con inquadrature spesso molto movimentate e sfuocate. I ritimi sono alti ma tutto sa di già visto.
Un gruppo di rapinatori elegantissimi e ricchissimi non sbagliano un colpo. La polizia non riesce proprio a beccarli (la novità starebbe appunto nel beccarli al primo colpo). Fanno un colpo grosso all'anno e per il resto dei giorni si godono quei soldi da super-vip. 
Il solito poliziotto ostinato (Matt Dillon) non si da per vinto e cerca in ogni modo di acciuffare i malviventi, anzi in questo caso benviventi.
Tutta la storia comincia a prendere una piega migliore dal punto di vista narrativo, quando dal carcere esce Ghost, che non è un fantasma, ma bensì un ex membro della banda. Quest'ultimo nella loro ultima rapina è stato beccato dagli sbirri e messo dentro (frase come la direbbero i veri rapinatori). Uscito un anno prima per buona condotta, vuole la sua parte dai suoi amici e non contento gli organizza un colpo. 
La banda non è felice del ritorno di Ghost ed è indecisa se accettare o meno la proposta di quest'ultimo.
Secondo voi che faranno?

PROTAGONISTI: Più che su un unico protagonista questo film, sembra puntare sul gruppo, sull'unione che purtroppo in questo caso non fa la forza, secondo me. I personaggi sono troppo poco caratterizzati psicologicamente. Non basta mettere una sorella drogata accanto a Gordon per capire cosa distingua quest'ultimo dal resto del gruppo. 
Molto labile il confine anche tra i buoni e cattivi, tutti sembrano buoni. L'unico cattivo sembra Ghost.

REGIA: John Luessenhop
SCENEGGIATURA: Peter Allen, Gabriel Casseus, John Luessenhop, Avery Duff
ATTORI: Matt Dillon, Paul Walker, Hayden Christensen, Zoe Saldana, Idris Elba, Johnathon Schaech, Michael Ealy, Jay Hernandez, Steve Harris

2 commenti:

  1. Non conoscevo questo film, ma da quel che scrivi è di un genere che non mi attrae molto.

    RispondiElimina
  2. Si è uscito da qualche mese in Dvd, e credo direttamente senza passare dal cinema, non ti perdi un granchè non vedendolo:)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate