19 marzo 2011

L'ultimo esorcismo

Voto 5,5. L'ultimo esorcismo continua a cavalcare l'onda dei film-documentari, alla Blair Witch Project, Rec e Paranormal Activity. Viene infatti girato per lo più con una camera a mano che riprende tutte le azioni del reverendo Cotton Marcus, al suo ultimo esorcismo. 
I temi sono più o meno identici a quelli degli altri film sull'esorcismo: se si crede a Dio si dovrebbe credere nel diavolo; il dubbio perenne tra il credere nella scienza o nella religione, quindi considerare i problemi della ragazza posseduta, problemi mentali, risolvibili più da uno psichiatra che da un medico.
Un luogo comune ormai dei film sull'esorcismo è quello che ad essere possedute siano sempre delle giovani ragazze, meglio se con un bimbo in grembo, concepito incestuosamente.
Anche i modi di manifestazione del demone all'interno del corpo posseduto, sono più o meno sempre gli stessi. Vomito, teste girate inverosimilmente, corpo rigido e tanta violenza gratuita.
La parte migliore de L'ultimo esorcismo (secondo me) è la parte iniziale. In cui al contrario di quanto scritto sopra, il tema Esorcismo viene sbugiardato e trattato in modo superficiale. Cotton Marcus è un prete che sembra aver perso la propria fede ma continua a praticare le sue messe, prendendo anche un pò in giro i suoi fedeli considerandoli un pò come una "gregge di pecore" che segue il suo pastore.
Cotton è convinto che la possessione del diavolo sia una fantasia, nonostante le molte lettere ricevute che lo invitino a fare esorcismi. Per rafforzare questa sua teoria Cotton decide di mostrare in un documentario come far credere alla gente di essere posseduta dal diavolo. Applicando dei trucchi alla The Prestige, Cotton riesce a riprodurre suoni e a far muovere oggetti.
La parte peggiore del film a mio parere è il finale. Troppo confusionario, la storia iniziale viene sovvertita ma in maniera poco attinenete a quanto detto prima. Molto simile poi, nella conclusione a The Blair Witch Project.

PROTAGONISTA: Cotton Marcus è un prete anti-convenzionale che non si prende troppo sul serio, ammicca sempre alla telecamera e sa presentarsi da vero showman nei confronti dei suoi fedeli. 
Antagonista o co-protagonista sarà la giovane Nell, vittima di una possessione da parte di un demone che la costringerà a fare cose violente.

TRAMA: Cotton Marcus decide di effettuare il suo ultimo esorcismo ripreso da una telecamera, per poterne realizzare poi un documentario. Lo scopo è quello di mostrare come la possessione non esista in realtà, ma dietro ci siano dei trucchi del prete, per guadagnarsi la pagnotta. Come ovvio le cose non andranno come previsto da Cotton inizialmente, ma prenderanno davvero una brutta piega, Morale della storia: "A scherzare con il fuoco ci si brucia".

IL NOSTRO FINALE ALTERNATIVO : Cotton Marcus non sa più come esorcizzare la ragazza, la sua poca fede non basta, Nell è sempre più pericolosa. Data la situazione drastica, Cotton decide di affidarsi al miglior esorcista nel mondo: L'Esorciccio. L'esorcista Italiano, dopo un lungo viaggio giunge in Louisiana, e con le sue potenzialità estirpa il demone dalla giovane donna. Il demone entra però nel suo corpo e con lui ritorna in Italia. Dopo la morte dell'Esorciccio il demone sembra sia rimasto in Italia. Caso certificato è quello di Roberto Benigni ne Il Piccolo Diavolo. Adesso il demone non si sa dove possa essere. Aspettate un attimo, mi trema la mano destra, ops sento delle voci.....

USCITA CINEMA: 03/12/2010
REGIA: Daniel Stamm
SCENEGGIATURA: Huck Botko, Andrew Gurland
ATTORI: Patrick Fabian, Ashley Bell, Iris Bahr, Louis Herthum

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate