19 marzo 2011

La terapia

Voto 7,5. La terapia è il primo libro scritto da Sebastian Fitzek nel 2006. Il libro è venuto alla ribalta però dopo i successi de:  Il Ladro di anime e Schegge, sempre dell'autore tedesco. Per questi motivi il libro è stato ristampato dalla casa editrice Elliot che ne ha acquistato i diritti.
La copertina de La terapia, così come per gli altri libri di Fitzek, sotto il titolo porta la scritta: psychothriller. Lo scrittore di Berlino infatti è stato rinominato l'inventore di questo genere. Thriller psicologici in cui come dice la parola stessa prevalgono più i giochi mentali che le azioni fisiche e pratiche.
La terapia di Fitzek rispecchia tutto ciò. Il romanzo si svolge su più piani temporali, tra flashback e presente, l'autore ci racconta tutto ciò che avviene con chiarezza, ingannandoci abilmente. Per chi fosse più esperto, e avesse avuto più esperienze con il genere, l'inganno di Fitzek riesce a metà. Il finale ricorda infatti quello di altri film o libri del genere, e quindi ipotizzabile ad un certo punto del racconto. In particolar modo è simile ad un libro, che per giustizia va detto è stato pubblicato successivamente a La terapia; e almeno a due film. Non vi indico quali sono altrimenti per chi ancora non avesse letto La terapia, (la cui lettura la consiglio invece per gli amanti del genere) rovinerei il finale. Ma da amante dei thriller, vi do due indizi su i film da me indicati, le iniziali dei film e dei regista, in ordine non gerarchico, sono: S-S; N-M.
Il libro di Fitzek è comunque molto coinvolgente e si legge davvero in poco tempo. L'autore è poi abile a concludere ogni capitolo, lasciandolo in sospeso e obbligandoti quasi a leggere immediatamente il capitolo successivo. Anche perchè il romanzo è composto essenzialmente da pochi mega-capitoli, che sono intitolati con il numero dei giorni che mancano alla scopertà della verità.

PROTAGONISTA: Personaggio principale de La terapia è lo psichiatra Vicktor Larenz, uomo ricco facoltoso, la cui vita viene sconvolta dalla scomparsa di sua figlia: Josy. Il medico non si darà pace finchè non avrà scoperto cosa sia veramente successo alla piccola. Anche se vorrebbe dimenticare e lasciarsi alle spalle tutta quella storia, Larenz non può.
Co-protagonista della storia è un personaggio misterioso: Anna Spiegel. La domanda che aleggierà nella testa di tutti i personaggi del libro sarà: Chi è Anna Spiegel? Anna Spiegel è soltanto una famosa scrittrice schizofrenica che vede realmente i personaggi da lei stessa inventati? 

TRAMA: Viktor Larenz è un ricco e brillante psichiatra di Berlino, reso celebre dalle sue frequenti apparizioni televisive. La sua vita però va improvvisamente in frantumi quando la figlia dodicenne Josy, affetta da una malattia sconosciuta, scompare senza lasciare traccia durante una visita nello studio del dottore che l'ha in cura. Viktor la cerca ovunque senza mai rassegnarsi, sacrificando la carriera e il matrimonio. Quattro anni dopo, mentre si trova bloccato su un'isola a causa di una tempesta, l'uomo riceve la visita di un'enigmatica e inquietante scrittrice di libri per l'infanzia, Anna Spiegel. La donna vuole assolutamente entrare in terapia con lui perché in qualche modo è perseguitata dai suoi personaggi, che hanno la capacità di diventare reali. Uno di essi, in particolare, somiglia in modo impressionante a Josy: si tratta di Charlotte, la protagonista del suo ultimo romanzo, che ha gli stessi sintomi della piccola e deve sfuggire a un'identica minaccia. Ma chi è davvero Anna Spiegel? Le sue allucinazioni sono il semplice frutto di una mente schizofrenica o nascondono indizi che potranno aiutare Viktor a risolvere il mistero della scomparsa della sua bambina? "La terapia", opera che ha rivelato Fitzek, è lo psychothriller che ha dato origine a un nuovo genere letterario, conquistando milioni di lettori.

3 commenti:

  1. E' vero che il finale è intuibile, però la suspense non viene cmq meno, ed è anche interessante a fine rilettura sfogliarlo e sistemare tutti i tasselli del romanzo al posto giusto.
    Trovo Fitzek un autore intelligente e se questo è il suo libro d'esordio - e non è il migliore - non vedo l'ora di gustarmi gli altri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti ho detto Fitzek è davvero bravo ed è uno dei miei scrittori preferiti:) Oltre alla buona suspense, molto belle ed efficaci sono le atmosfere. I migliori secondo me sono Il ladro di anime, Il gioco degli occhi, ma se ti piacciono i thriller vanno letti tutti;)

      Elimina
  2. Io ho già letto questo libro qualche anno fa, è stato il mio primo libro di questo genere ed infatti all'epoca gli avrei dato un 10 pieno come voto... Rileggendo oggi la tua recensione, devo ammettere di essere d'accordo con te sul finale. Tuttavia sono molto incuriosita dai film che volevi citare... Potresti darmi i titoli, eventualmente anche in privato?
    Grazie mille ^^

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate