16 febbraio 2011

Sanremo "visto" dalla radio

La prima puntata del Festival di Sanremo è stata vista da 11,9 milioni di spettatori. Il 46,39% degli Italiani davanti alla tv ha scelto il Festival di Sanremo ad altri programmi,; la concorrenza non era proprio agguerrita, ma c'era comunqe la partita di Champions League: Milan-Totthenam. 
A spingere il pubblico alla visione del Festival, sarà stata la curiosità scaturita dai presentatori inusuali di quest'anno.
Da Gianni Morandi a Luca e Paolo, passando per Belen e la Canalis. Soprattutto le ultime due avranno suscitato le maggiori curiosità, sia del pubblico maschile (per ovvii motivi), sia del pubblico femminile (per vedere come fossero vestite, truccate, etc.).
Ma il Festival di Sanremo, dato che è il Festival della canzone, va più visto o ascoltato? Ogni anno come al solito si parla poco delle canzoni presentate al Festival, considerandole come un mero contorno e focalizzando invece l'attenzione appunto sui presentatori, sugli ospiti, sul look dei concorrenti. 
Abbiamo provato, perciò ad ascoltare SanRemo per radio per vedere se ci fossero differenze rispetto alla tv. La radio poi si sa è il luogo dove finiranno e resteranno per sempre le canzoni delle manifestazione; anche se con il passare degli anni le fortunate canzoni ad andare in onda sono sempre meno, quest'anno molto verosimilmente resterà soltanto quella di Emma e i Modà.
A parlare di SanRemo ieri sera e nelle prossime sere, in maniera principale con un programma apposito dedicato al programma sono Radio due e RTL 102.5. Entrambe trasmissioni che raccontano in diretta quanto accade a SanRemo.
A Radio due il programma condotto da Chiambretti si chiama: Comunque Vada; a RTL 102.5 la Gialappa's (negli ultimi anni conduttori a Radio due) racconta SanRemo in Noi Dire Sanremo.
Facendo "zapping" tra le due radio abbiamo notato come i programmi radiofonici di SanRemo non si discostino molto dalla presentazione tv, certo con maggiore ironia, visti i bravissimi conduttori.
Entrambe le trasmissioni hanno dedicato più tempo al contorno, al commentare e ironizzare su come si comportassero i presentatori, lasciando molto spazio alle battute e alle gag di Luca e Paolo. 
Le canzoni in radio si son sentite meno che in tv, quest'ultima obbligata a trasmetterle purtroppo. Molto spesso il commentatore di turno lasciava lo spazio alla canzone, quando questa fosse già cominciata da un pò (e data la qualità delle canzoni è stato un bene), alla volte la canzone è saltata totalmente.
Entrambe le trasmissioni hanno poi integrato il programma con intervista ai cantanti in gara, subito dopo la loro apparizione.
RTL 102.5 a mezzanotte prima che fossero comunicati i risultati ufficiali delle eliminazioni della Tatangelo e della Oxa, grazie a Rudy Zerbi (tra l'altro di Radio DeeJay), aveva già i risultati ufficiosi, commentando poi ironicamente la comunicazione ufficiale di Morandi in diretta.
Chiambretti ha aperto invece la sua trasmissione con un ricordo a Mike Bongiorno e all'anno in cui condussero SanRemo insieme (riprodotto infatti l'audio iniziale della serata in cui Chiambretti si vestì da Angelo appeso ad una fune).
Vedendo qualche spezzone di Sanremo il giorno dopo (oggi) forse è stato meglio averlo ascoltato per radio. Vuoi l'aver evitato almeno il 40% di ogni canzone, vuoi il non aver visto il look alla Fantozzi di Morandi, quello della Oxa alla Bertè e della Tatangelo dopo aver fumato qualcosa; tirando le somme è andata meglio così.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate