17 febbraio 2011

Romanzo criminale

Voto 7,5. Romanzo Criminale è un film di Michele Placido che parla della Banda della Magliana e la loro voglia di conquistare Roma. 
Protagonisti principali della storia sono: il Libano (Pierfrancesco Favino), il Freddo (Kim Rossi Stuart), il Dandy (Claudio Santamaria).
La loro inclinazione al crimine risale alla loro adolescenza, in cui i tre devono vedersela già con i poliziotti, in quanto rubano un'auto e ad un posto di blocco e investono un agente. In verità i tre inizialmente erano quattro, ma già da subito perderanno il piccolo Andreino, proprio per delle ferite derivate da questo piccolo furto.
Questo doveva essere un segno premonitore, per far portare i tre sopravvissuti sulla retta via. Così non è, anzi i tre, cresciuti, hanno ambizioni molto grandi: dominare Roma dal punto di vista dello spaccio, della prostituzione, del gioco d'azzardo. Eliminare la concorrenza ed essere i numeri uno, in sintesi.
Alla caccia dei tre, ormai adulti, ci sarà il comandante Scialoja (Stefano Accorsi), il quale astutamente saprà capire chi nelle varie fasi sarà a capo della banda, riuscendo sempre ad avere un colloquio diretto con ciascuno di essi ma non riuscendo tuttavia ad incastrarli definitivamente.

Il film è diviso in tre parti con protagonisti principali e durate differenti.
Il primo capitolo intitolato Libano è il più lungo dal punto di vista della durata perché è appunto l’inizio, c’è voglia di fare, di costruire, eliminare la concorrenza d’intralcio.
La banda della Magliana si sta appunto formando, stanno cominciando ad espandersi. Il loro obiettivo è prendersi Roma.
La banda della Magliana in questo primo parte del capitolo è molto coesa, le regole interne sono chiare (es. il Nero fa come vuole lui), lo scopo comune è la cosa più importante.
A capo della banda, c’è il Libano (appunto nome del primo capitolo) protagonista principale di questa parte, il Freddo e il Dandy fungono più da co-protagonisti.  Il Freddo in questa fase più che impegnato nella lotta espansionistica, sarà coinvolto nella storia d’amore con Roberta (Jasmine Trinca), tanto da voler i suoi quattro denari per poter lasciare la banda e ricominciare una nuova vita.
Il Dandy in questa prima fase, vive un momento di esaltazione, attento allo shopping di auto di lusso e vestiti; innamorato o forse solo voglioso di fare della prostituta Patrizia, una sua cosa.
Il Libano pagherà questo “menefreghismo” degli altri, finendo prima in carcere e poi vittima di un’aggressione di un suo ex-scagnozzo Gemito, dopo una partita di Poker mal finita.
La morte del Libano segnerà anche la nascita delle prime crepe all’interno della banda.

Queste crepe cominceranno ad ingrandirsi nel secondo capitolo, in cui protagonista principale sarà Il Freddo. L’obiettivo principale di questa fase sarà la vendetta. Il capo della banda sarà appunto il Freddo, che non avrà ambizioni economiche e di allargamento dei traffici criminali, ma vorrà mettere solo le cose apposto, regolare tutti i conti aperti. Proprio per questi motivi, il Freddo rifiuterà una proposta di espansione fuori dai confini dallo Zio Carlo.
Vendicare il Libano, prima di tutto. Trovato il traditore killer e ammazzato insieme ai suoi nuovi servitori, il Freddo e i suoi cerceranno di eliminare chi li deruba e fa il doppio gioco, vedi il Secco (risparmiato dal Dandy) e il
In questa fase la banda sarà in netta discesa e decadenza. Si perde coesione, amicizia, ognuno fa come vuole. La fase termina con tutti i rimasti vivi della banda dietro le sbarre, tranne il Dandy (salvato dai poteri alti).

Proprio quest’ultimo il Dandy sarà protagonista del terzo e ultimo capitolo. Capitolo più breve del film. La banda è ormai alla deriva, ognuno rischia di essere ammazzato appena fuori dal carcere da un altro della banda. Lo stesso Dandy, capo designato dai politici, è preso sotto tiro dal Bufalo, quest’ultimo non in carcere ma in un ospedale psichiatrico.
Quest’ultimo capitolo sarà appunto la fine per tutti.





Trama. Michele Placido torna dietro la macchina da presa con un nuovo film, "Romanzo criminale", tratto dall'omonimo romanzo di Giancarlo Di Cataldo ispirato ai fatti della Magliana. Libano, Freddo e Dandi sono tre amici. Vengono dalla strada e sognano di conquistare Roma. Per realizzare questa impresa senza precedenti mettono su una banda spietata ed organizzata. Scialoja, un giovane commissario, è sulle loro tracce. I suoi primi indizi lo portano da Patrizia, una prostituta che gestisce il bordello più esclusivo della città. Tra passioni e scontri mortali, amori, sparatorie e sequestri si sviluppano le vicende della banda criminale, indissolubilmente legate con la storia oscura dell'Italia delle stragi, del terrorismo e della strategia della tensione. (Fonte: Coming soon)

USCITA CINEMA: 30/09/2005
REGIA: Michele Placido
SCENEGGIATURA: Sandro Petraglia, Stefano Rulli, Giancarlo De Cataldo, Michele Placido
ATTORI: Stefano Accorsi, Kim Rossi Stuart, Anna Mouglalis, Pierfrancesco Favino, Claudio Santamaria, Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Toni Bertorelli, Massimo Popolizio, Elio Germano, Stefano Fresi, Francesco Venditti, Andrea Ricciardi, Roberto Brunetti, Antonello Fassari, Gian Marco Tognazzi, Gigi Angelillo, Franco Interlenghi, Roberto Infascelli, Donato Placido

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate