21 dicembre 2010

Ascolti 21 dicembre

Calo vistoso degli ascolti del GF nella puntata andata in onda il 20 dicembre. Solo 4.334.000 spettatori, contro i 7.100.000 della Fiction Rai Paura d’Amare. Tre uomini e una gamba, film ormai vecchiotto e riproposto su Italia uno, in vista dell’uscita del nuovo film La banda dei babbi Natale del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, è stato seguito da 3.100mila spettatori.
Il calo degli ascolti del GF 11 ha però motivazioni differenti da quelle della contro-programmazione. Le fiction Rai ci son sempre state il Lunedì sera ed il loro pubblico è stato nel tempo pressoché costante. Il GF, poi nel corso degli anni, si è dimostrato un programma forte, un programma da 6.000-7.000 mila spettatori di media, in grado di battere corazzate come il Festival di Sanremo.
I primi sintomi di crisi degli ascolti del GF si sono registrati, quando a fargli da competitor c’è stato il programma Vieni via con me di Fazio e Saviano.
Da allora nulla è stato come prima. Le prime puntate del Gf avevano infatti attirato un pubblico di 5.000mila spettatori circa. Dopo il programma di Rai Tre, più di un quinto del pubblico del Gf 11, ha mollato gli ormeggi, preferendo altri programmi.
I motivi dell’insuccesso o meglio dello scarso successo dell’edizione 2010-2011 del GF però potrebbero essere altri. La docu-soap mediaset, infatti sta divenendo sempre più una vera e propria soap opera. I personaggi trattati come burattini dagli autori sono sempre più al centro di scandali relativi a presunti tradimenti.
La sceneggiatura che ogni lunedì sera viene presentata è la medesima. Qualcuno ha flirtato con qualcuna, facendo rimanere male l’altra a casa, o nella stessa casa del GF.
E se mancano gli stimoli al flirt, ci pensa il GF, mandando per posta prioritaria altre due belle ragazze con il compito di far cadere in tentazione qualcuno. Tra l’altro nella puntata di ieri sera, son entrate due altre belle ragazze, mandando quelle che già c’erano nella casa prima in giro, in modo tale da favorire nuove relazioni. In mezzo a tutto ciò, ieri sera, c’è stata l’eliminazione di Caroline, e una bestemmia scappata al concorrente Matteo, punito con la Nomination.
Non esistono più prove settimanali, giochi, scherzi, amicizie “vere” che nelle scorse edizioni almeno venivano accennate. Mentre le edizioni della D’Urso puntavano alla commozione presentando personaggi con storie sventurate, le edizioni della pur brava Marcuzzi puntano dritto alla lite, allo scontro.
L’edizione più sincera resta comunque la prima, i personaggi sembravano reali e le loro gag non caricaturali. La bellezza del Gf stava nel potersi riconoscere nei difetti e nei pregi di alcuni personaggi presenti all’interno della casa. Ora tutto ciò non è più possibile, a meno che non si sia palestrati o belle ragazze. Il personaggio bruttino, sincero è in via d’estinzione. Le ragioni son dovute anche al fatto che un ragazzo o una ragazza brutta difficilmente “potrebbe inciuciare”.
Nell’attesa di scoprire cosa accadrà nelle prossime puntate (cosa non difficile) speriamo che le cose cambino nelle prossime edizioni, a meno che non decidano di chiudere i battenti, dati gli ascolti ormai deficitari.

1 commento:

Generi cinematografici

Notizie archiviate